Preparate i bicchieri… arriva ShowRUM

Ci sono volte, quasi tutte le volte, che preferisco guardare il mondo attraverso un bicchiere di rum.

Poetica frase di un noto film, ma quanto più vera affermazione?
Sfumature  ambrate, color rame, corpo pieno, ricco, sentore linfatico o di caramello : il rum è un mondo di sensazioni, con capacità di fondersi con il carattere dei luoghi. Essendo di nascita popolare, il rum finisce anche per rappresentare il popolo che lo produce e non soltanto il territorio.
Non potrò mai dimenticare la sensazione inebriante e di leggera euforia del trovarsi in mezzo al mare dei Caraibi, su un catamarano alle 11 del mattino, con un bicchiere di ottimo rum. Sarà stata la gradazione alcolica? Ma mai situazione fu più rappresentativa per esaltare un distillato così confortevole.
Ma a malincuore lasciamo il cristallino mar dei Caraibi , perché fortunatamente possiamo portare il buon rum anche più vicino e precisamente a Roma per due giornate ricche di appuntamenti con una delle manifestazioni più attese dell’autunno : ShowRUM.
Alla sua settima edizione, grazie al genio e alla caparbietà di Leonardo Pinto, ha riscosso negli ultimi anni numeri importanti: oltre 3500 i partecipanti solo nel 2018, più di 50 paesi coinvolti e tantissime etichette di rum in esposizione. La manifestazione promossa da Isla de Rum in collaborazione con SDI Group si svolgerà quest’anno domenica 13 e lunedì 14 ottobre nell’accogliente A.Roma Lifestyle Hotel & Conference Center. Aerea espositiva e degustazioni guidate delle più grandi etichette presenti sul mercato italiano e internazionale. Non solo rum, ma anche cocktails curati dal Bar Manager Paolo Sanna al Singita e anche una intera settimana in collaborazione con i migliori locali e cocktail bar di Roma.
Quindi se i fanatici della moda hanno la loro settimana dedicata, anche per gli amanti del rum ci sarà una ShowRUM Cocktail Week, format ideato da Cleide Bianca Strano e realizzato in collaborazione con Head to Head Bartender Competition. La Cocktail Week si svolge da mercoledì 9 a lunedì 14 ottobre rendendo protagonisti i migliori barman dei dodici banconi nei locali di Roma.  Al termine della settimana, una giuria guidata da Giorgio Fadda ed Alexander Frezza proclamerà il Drink Ufficiale della ShowRUM Cocktail Week 2019 tra i signature proposti.


Di seguito la lista dei locali, barman e alcuni cocktail proposti:

Baccano – Mario Farulla – GOODMORNING DAIQUIRI!(Botran Reserva Blanca Jasmine lime Sugar syrup Coffee/Pineapple washed Milk clarified )

Banana Republic – Paolo Sanna, Giuseppe Prosperi, Marco Fedele e Federico Serafini – DOPPIA FACCIA (60 ml Angostura Reserva
90 ml Sherbet chiarificato agli agrumi Fiori e tisana allo zenzero Zucchero panela colombiano )

Chorus Cafè – Massimo D’Addezio e Solomiya Grytsyshyn – KISS ON THE LIPS ( 40 ml Appleton Estate Reserve Blend 20 ml Mancino Sakura
20 ml Merendry Fabbri 60 ml Cherry Soda )

Drink Kong – Patrick Pistolesi, Livio Morena, Davide Diaferia e Alessio Zaccardo – HAPPY BANANA ( 40ml Plantation 3 Stars 20 ml Banana wine 30 ml Acido di lime 10 ml Zucchero )

Freni e Frizioni – Daniele Gambucci – TIKI ON THE MOON (50 ml Angostura Reserva 45 ml shuttle mix 30 ml lime juice 1 spoon Tonka liqueur 10 gocce Baijiu )

Julep Herbal & Vermouth Bar Hotel de la Ville Rocco Forte Hotels – Sabina Yausheva e Simone Di Serio  -DAIQUIRI DA QUEEN (40 ml The Real McCoy 5 10 ml Rosolio di cannella 10 ml sciroppo di vaniglia 10 ml succo di lime aromatizzato allo zenzero Spray con tintura di pepi )

La Zanzara – Riccardo Fuggetta – COCORITA (60 ml Charmain’s Reserve Spiced 20 ml Alamea Coconut 10 ml Agave 25 ml Ananas Citrix mix )

Makai Surf & Tiki Bar – Lorenzo Verrucci – TROPPO MAKAI (60 ml Appleton Estate Reserve Blend 30 ml lime 22,5 ml sherbet ananas affumicata Crushed ice angostura )

Marco Martini Restaurant & Cocktail Bar– Matteo Nicolì e Alberto Pancaldi – SAUDADE NO JAPAO ( 50 ml The Real McCoy 5 30 ml Succo di Lime 15 ml Orzata di pistacchio, wasabi e passion fruit 15 Banana du Brasil e bergamotto 24 gocce Bitter al pepe Sansho )

Meccanismo – Nicholas Pelliccioni – JTB BLACK – (50ml Plantation 3 Stars 40 ml Cordiale miele cacao arancia 15 ml Pompelmo 15 ml Lime 20 ml Ananas 1 dash Angostura bitter

Pimm’s Good – Valerio Gara – CARIBBEAN DREAM – (60 ml Chairman’s Reserve Spiced 15 ml sciroppo di agave 30 ml succo di lime Mezzo avocado 1 pomodoro pachino 1 seme di cardamomo Assenzio vaporizzato )

Tyler – Ponte Milvio – Carlo Piccerillo – BOTRAN PLUNTHER PUNCH ( 50 ml Botran Reserva Blanca 25 ml Cafè de Olla 25 ml Tahiti Mix 30 ml succo di lime 1 spoon Oriental bitter )

Leonardo Pinto e il suo primo libro

Il Signore del Rum :LEONARDO PINTO

“L’archetipo del Cercatore evidenzia una ardente aspirazione alla ricerca, dettata dalla sete di conoscenza assoluta. Impaziente, distratto e distaccato, il Cercatore è un perfezionista che non abbandona la ricerca e se ne assume tutti i rischi, e seppur non riesca a definire cosa manca, anela quel misterioso qualcosa che è oltre il quotidiano ed il conosciuto per il gusto di condividerlo con gli altri.”

Leonardo Pinto, “The Rum Searcher”, ha avuto una vera e propria vocazione per la ricerca nel campo dei distillati e del rum in particolare fin dalla fine degli anni ’90, anni in cui la cultura del rum era quasi inesistente nel nostro paese e le informazioni venivano reperite qua e la attraverso il (poco) materiale presente in rete ed i rapporti personali con gli operatori del settore. Nel 2004 apre il suo blog, Isla de Rum (www.isladerum.com) che in pochi anni diventa un punto di riferimento del settore trasformando Isla de Rum in una vera e propria azienda.
Oggi Leonardo è riconosciuto come uno dei maggiori esperti di rum in Europa e lavora in Italia e all’estero come consulente e trainer per il mercato del Rum e dei distillati a tutti i livelli (brand building, import/export, consulenze di marketing, consulenze per imbottigliatori e brokers, start up). Leonardo è anche fondatore e direttore di ShowRUM – Italian Rum Festival (www.showrum.it), il primo ed unico festival nazionale completamente dedicato al rum ed alla cachaca in Italia, che ha saputo negli anni conquistarsi una posizione di rilievo a livello internazionale come uno dei più importanti eventi di questo settore.
Dal 2012 ha sviluppato un piano di formazione dal titolo “RUM MASTER” che tratta di storia del rum, processo di produzione, legislazione, etichettatura e tecniche di degustazione avanzata e si rivolge sia a
professionisti che ad appassionati. Lo scopo è quello di fornire tutti gli strumenti per approcciarsi a questo distillato in modo consapevole, professionale e critico. Il master prevede anche un secondo livello (o livello avanzato) in cui vengono approfondite le parti relative alla degustazione, all’abbinamento e alla valutazione dei distillati in genere e del rum in particolare. Al termine del secondo livello tutti i corsisti fanno un test. I migliori due allievi di ogni anno vengono proclamati ShowRUM Taster of the Year, riconoscimento dedicato a Silvano Samaroli, storico giudice della rassegna, e vengono quindi ospitati a ShowRUM in qualità di giudici della ShowRUM Tasting Competition.
Leonardo viaggia nel mondo, sia in veste di formatore, sia come consulente, sia come relatore in masterclass e seminari in molte delle più importanti manifestazioni del settore spirits, oltre che nelle più grandi scuole di formazione per bartenders italiane ed estere.
Nel 2015 è stato ospite in veste di esperto di storia del rum nel nuovo documentario sul rum di Bailey Prior, già premiato con cinque Emmy Awards per il precedente documentario storico sul rum runner noto come The Real McCoy e nel 2016 è stato l’ospite di riferimento della prima puntata, al lancio della prima stagione, del programma “Spirits, i maestri del cocktail” in onda su Gambero Rosso Channel.
Nel 2018 scrive il suo primo libro, “IL MONDO DEL RUM” edito da Tecniche Nuove, che riscuote un vasto successo.
Alla ricerca di continui stimoli, Leonardo continua tutt’oggi il suo percorso esplorativo e divulgativo nel settore del rum, cercando di interpretare le tendenze e rimanendo costantemente aggiornato sulle novità di mercato, tecnologiche e legislative che abbracciano l’intero settore spirits. Ricerca che lo ha portato nel 2019, in collaborazione con alcune delle più importanti distillerie italiane, a varare il progetto GrappaRevolution, che intende valorizzare e diffondere la continua evoluzione che rende la grappa sempre più il simbolo dello stile italiano nel panorama dei distillati.

Per maggiori informazioni

www.showrum.it

info@showrum.it

tel. 334 5638193

ShowRUM è anche su Facebook e Instagram: @showrumitaly

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: