Legambiente presenta il rapporto sui Comuni rinnovabili 2015

Energia_rinnovabile

Le fonti di energia rinnovabile negli ultimi anni si sono diffuse in maniera sempre più consistente a livello globale, a dimostrazione dell’impegno che aziende e paesi hanno rivolto nel ridurre l’inquinamento ambientale affidandosi all’energia pulita per il fabbisogno energetico.

A questo proposito dati positivi arrivano dall’Italia come confermato dal rapporto sui Comuni rinnovabili 2015 presentato da Legambiente a Roma, che offre risultati incoraggianti in merito all’impegno del nostro paese in questo ambito.

Secondo il rapporto in questione, tutti e 8047 comuni italiano utilizzano almeno in parte fonti di energia rinnovabile per coprire il fabbisogno energetico, portando il dati dell’energia pulita prodotta dal 15.4% al 38.2% in 10 anni.

Sono invece 800.000 gli impianti di produzione di energia pulita nel nostro paese che producono circa 118TWh di energia. Questi risultati hanno contribuito a ridurre drasticamente l’importazione di fonti fossili dall’estero e la produzione di energia provenienti da fonti inquinanti, permettendo all’Italia di imporsi come il primo paese al mondo per incidenza del fotovoltaico.

In tal senso Legambiente ha assegnato il premio ‘Comuni rinnovabili 2015’ a Campo Tures, un comune altoatesino che riesce a produrre l’intero fabbisogno energetico grazie ad un mix di 7 tecnologie rinnovabili e uno dei 35 comuni italiani 100% rinnovabili.

I comuni di Forlì e Celle San Vito si sono aggiudicati il premio Buona Pratica. Il primo per l’innovazione in campo energetico con l’inaugurazione di un campo solare termine per le aziende, mentre il secondo per i progetti finalizzati a riqualificare energeticamente edifici già esistenti e per la costruzione di impianti per le energie rinnovabili nelle strutture edilizie.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: