La figlia metteva foto troppo sexy su Internet. Il #selfiedad le da una lezione di vita

selfiedad_1

I Social network sono un po’ per tutti un’arma a doppio taglio. Se da un lato permettono a tutti di mantenere contatti, restare sempre visibili, raccontare se stessi e via dicendo, dall’altra diventano anche un modo per essere tenuti sotto controllo. Pensiamo al datore di lavoro che può controllare la bacheca del proprio dipendente  e vedere se in orario di lavoro sta giocherellando su Facebook piuttosto che inserendo foto su instagram. Per i figli la storia si fa ancora più complessa, già a partire dal dare o meno l’amicizia ai propri genitori o dal trovarsi commenti poco graditi e imbarazzanti sulle proprie bacheche da parte di mamma e papà, che ti vedono sempre come quel piccolo e tenero batuffolo con il pannolino.

A volte però arrivare a “leggere” la parte più intima di noi stessi può servire agli altri a volte a dare insegnamenti come ha fatto il “Selfie Dad” pubblicando su Instagram le fotografie che imitavano i selfie ammiccanti fatti dalla propria figlia. Si chiama Chris “Burr” Martin che ha dato una lezione eclatante a sua figlia Cassie sui rischi del mettere fotografie esplicite su Internet. Lo ha fatto però in modo particolare, senza prediche o punizioni: ha aperto un suo canale instagram e rifare tutte le fotografie sexy della figlia, copiando esattamente abbigliamento e trucco (senza tralasciare neanche un tatuaggio). La ragazza a quanto pare, oltre a un forte imbarazzo nel vedere le sue foto al fianco di quelle del padre che scimmiottava i suoi autoscatti, ha capito l’antifona e lui è anche diventato una star. Ma la lezione non era solo per la figlia, ma anche per tutti i ragazzi che commentavano anche in modo spinto le foto della ragazza. Sono bastati pochi giorni per raddoppiare i followers della figlia sul suo canale e ora è arrivato a circa 130 mila con il suo hashtag, #selfiedad.

Ho notato per la prima volta le foto di mia figlia qualche mese fa”, ha spiegato alla stampa inglese “Volevo far capire a lei che alcune di queste erano, forse, un po’ troppo spinte, e, allo stesso tempo, far sapere a chi lasciava commenti che il suo papà li guardava: uno per uno“.

Perché, francamente”, continua Martin, “alcuni di questi commenti lasciati da ragazzi erano piuttosto volgari. Cassie è maggiorenne, quindi può comportarsi come crede, e secondo me è da pazzi litigare con qualcuno su Internet. Così, ho trovato un modo alternativo. Credo che il primo selfie che ho ricreato è quello in cui lei è seduta sul divano con un dito appoggiato al mento”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

@therealburrmartin Instagram

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: