Il nuovo Berlusconi vegano e animalista: il suo sì alla Pasqua Veg!

Si sa Silvio Berlusconi è l’uomo delle grandi sorprese, positive o negative che siano, eclatanti, politiche e non non… insomma da qualche tempo che non faceva parlare di sé e ora eccolo sulla bocca di tutti e su social e media di ogni genere. Cosa ha fatto questa volta? Ha aderito alla campagna pasquale della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, salvando cinque agnelli che per tradizione pasquale, che altrimenti sarebbero finiti sulle tavole di diversi italiani.

Oltre a pascolare allegramente per i prati di Arcore, i cinque scampati pasti pasquali sono stati fotografati con Berlusconi e prendono parte alla campagna «A Pasqua scegli la vita, scegli veg» lanciata dalla presidente dell’associazione, Michela Vittoria Brambilla. Uno dei cinque deve essere ancora nutrito con il Biberon, come si vede dalla foto che principalmente sta girando per l’etere e non solo. Nuovamente quindi lo ritroviamo a dividere, a prendere consensi o critiche anche se questa volta lontanamente dal mondo della Politica. E se per 25 anni si è parlato male di lui ecco il cambio di rotta di chi come lui, sceglie di abbracciare la Pasqua senza agnello in tavola.

Non manca poi l’ironia come si può trovare su Twitter con Berlusconi in versione Heidi, oppure il parallelo di Berlusconi quando incontrò l’Avvocato Agnelli per la prima volta. Di sicuro è il più ampio il consenso per questa sua azione che non le critiche come magari era più abituato quando si trattava di mosse strategiche politiche.

Contro si trova Assocarni, che non accetta la svolta animalista: “Le reti Mediaset hanno incassato e continuano a incassare miliardi promuovendo brand ed eccellenze alimentari di origine animale (formaggi, salumi, ecc…) e Berlusconi viene opportunisticamente folgorato da conversione animalista. L’auspicio è che gli inserzionisti da ora in poi scelgano meglio”.

E voi cosa ne pensate?

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: