Il Bayern veleggia verso il titolo

Il Bayern Monaco supera brillantemente anche l’esame Bayer Leverkusen ed è sempre più vicino alla vittoria del trentesimo campionato tedesco della sua storia.

Questa volta i bavaresi si sono imposti in trasferta col risultato di 2 a 4, rimontando l’iniziale svantaggio firmato da Lucas Alario grazie alle reti messi a segno da Coman, Goretska, Gnabry e dal capocannoniere polacco Robert Lewandowski. A chiudere il tabellino ci ha pensato allo scadere il giovanissimo Florian Wirtz, che a soli 17 anni si è tolto la soddisfazione di trafiggere uno dei portieri più forti degli ultimi anni, Manuel Neuer.

Dunque altra goleada per gli uomini di Flick, i quali sin dalla prima partita post-lockdown si sono rivelati una vera e propria macchina di guerra incapace di perdere colpi.

Tale ruolino di marcia risulta ovviamente demoralizzante per tutte le altre contendenti, soprattutto per il Borussia Dortmund che, nonostante una grandissima stagione, deve rassegnarsi a lasciarsi sfuggire il titolo ancora una volta.
Quasi tutta la differenza tra le due squadre si è sostanziata negli scontri diretti, entrambi vinti dal Bayern Monaco (l’andata disputata a novembre tra le mura dell’Allianz si era conclusa addirittura sul 4 a 0).

Così, se è vero che i bavaresi riescono ad avere la meglio sulle rivali soprattutto per l’esperienza a disposizione dei veterani, è altrettanto vero che negli ultimi tempi molti giovani stanno salendo in cattedra, facendo presagire un indolore ricambio generazionale.

Sono infatti molto convincenti le prestazioni offerte da Coman, Gnabry e Goretska (tutti hanno trovato la via del gol nel match di sabato) e soprattutto da Alphonso Davies, il terzino classe 2000 che è a tutti gli effetti la vera sorpresa della stagione dei biancorossi.

La trentesima giornata ha regalato anche due colpi di scena, col Borussia Monchengladbach che è uscito sconfitto dal campo del Friburgo per 1 a 0 e con il Lipsia che ha racimolato un misero pareggio casalingo contro il Paderborn, ultimo in classifica e senza praticamente alcuna possibilità di permanenza nella massima serie.

Il Lipsia passa in vantaggio grazie al timbro dell’ex Roma Patrik Schick, su assist di Werner il quale, secondo rumors sempre più insistenti sarebbe vicinissimo al Chelsea, con il Presidente Abramovich disposto a versare la clausola nelle casse della società tedesca.

Quando tutto sembrava in discesa, Upamecano commette la grave ingenuità di ricevere il doppio giallo e finire dunque anzitempo negli spogliatoi già al 43esimo minuto. L’inferiorità numerica complica parecchio i piani dei padroni di casa e proprio allo scoccare del 90esimo il Paderborn trova il pareggio con Strohdiek.

Così sia il Monchengladbach, sia il Leverkusen che il Lipsia perdono terreno rispetto al Borussia Dortmund, che blinda il secondo posto grazie alla vittoria di misura imposta all’Hertha Berlino (gol di Emre Can nella ripresa).

Quando mancano quattro giornate alla conclusione, si preannuncia assolutamente entusiasmante la corsa alla qualificazione per la prossima edizione della Champions League, corsa che vede coinvolte le tre sopramenzionate deluse di questo turno racchiuse nel giro di soli tre punti.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: