Giornata Mondiale della Biodiversità 2015 dedicata alle isole e al loro tesoro naturale

Giornata_Mondiale_Biodiversità

Era il 1992 quando l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha ufficialmente istituito la Giornata Mondiale della Biodiversità, giornata che serve ad analizzare in dettaglio la situazione relativa alle specie animali e agli habitat del nostro pianeta, ma soprattutto ai pericoli che minacciano la loro sopravvivenza.

I dati che emergono dall’edizione 2015, dedicata alle isole e ai loro tesori naturali, sono allarmanti se si considerano fattori come cambiamenti climatici, inquinamento e sfruttamento del suolo attribuiti all’attività dell’uomo.

I dati diffusi da Legambiente in merito alla questione, rivelano che del patrimonio italiano rispetto a quello europeo, che comprende il 30% di specie animali e il 50% di specie vegetali, circa il 20% è a rischio estinzione. In Italia, in particolare, risulta che il 60% delle specie animali e il 77% si trova in uno stato non favorevole, impedendo quindi il raggiungimento dell’obiettivo di fermare la perdita di biodiversità entro il 2020.

Da questi risultati, Legambiente ipotizza che, qualora la situazione non dovesse migliorare, entro il 2100 potrebbero estinguersi una specie su sei di animali e piante, con ripercussioni drammatiche sui milioni di persone che dipendono dalle specie animali e vegetali a rischio.

La Giornata Mondiale della Biodiversità si concentra anche sulla distruzione di milioni di ettari di foreste e delle barriere coralline, che a causa dell’azione dell’uomo potrebbero sparire entro il 2050, ribadendo l’importanza della biodiversità adottando misure che riescano a migliorare la situazione attuale.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: