Falsi tamponi a domicilio: attenzione agli sciacalli del coronavirus

Rialzi stratosferici dei pressi di Amuchina e disinfettanti, fake news che prometto che per prevenire o guarire basta bere acqua calda a 26°-27°, ricette casalinghe per disinfettarsi a casa ma nel modo errato, sono solo alcune delle notizie che girano principalmente su Internet e attraverso i sistemi di messaggistica come WhatsApp. A queste false informazioni che portano solo allarmismo si unisce anche un sistema di sciacallaggio che arriva fin dentro le case.

Così l’allerta arriva proprio dalla regione Lombardia dove in questi giorni di emergenza per coronavirus gruppi di malintenzionati stanno girando per le case fingendosi falsi addetti delle Agenzia di tutela della salute. Fingendo di fare tamponi per individuare il virus hanno invece l’obiettivo di derubare le vittime. In caso si presentassero alla porta non bisogna aprire ma chiamare immediatamente le forze dell’ordine.

Sulla pagina twitter della Croce Rossa Italiana leggiamo:

Il post della Croce Rossa sui falsi tamponi prosegue: “Ci viene segnalato che alcuni anziani hanno ricevuto strane telefonate del tipo: ‘Siamo della Croce Rossa, le veniamo a casa a fare il tampone per il coronavirus‘. Non fidatevi di chi si presenta a domicilio per controlli. Non esistono medici che vengono a casa vostra per fare i tamponi. Nel dubbio chiamate sempre le autorità per una verifica”.

Fonte: Croce Rossa Italiana

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: