fbpx

Come proteggersi dal freddo risparmiando in bolletta: tutti i trucchi

L’inverno entra nel vivo e bisogna proteggersi dal freddo in casa.
Con l’aumento dei prezzi dell’energia, è necessario prepararsi utilizzando dei trucchi che permettono di ridurre i consumi, anche perché secondo la Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, il caro bollette potrebbe mettere a rischio la salute di 3 milioni di anziani, che per non consumare troppa energia, soffrono il freddo con ripercussioni cardiache e respiratorie. È dunque fondamentale tenere ben caldi gli ambienti, senza eccessi, e tenere a mente alcune regole per non rinunciare alle bollette.


Per avere una casa calda senza sprechi ci sono diverse soluzioni, da adottare sia in maniera preventiva sia durante l’utilizzo del riscaldamento. 

Manutenzione della caldaia

Prima dell’accensione della caldaia è fondamentale eseguire la revisione che, oltre ad essere un obbligo di legge, rappresenta anche un’occasione per verificare che non ci siano malfunzionamenti e ostruzioni che compromettono il corretto funzionamento. Una caldaia poco efficiente causa un aumento dei consumi ed è quindi utile intervenire per tempo e avere la certezza che sia in perfette condizioni. Un malfunzionamento non tempestivamente riparato potrebbe inoltre portare a blocchi o rotture, provocando una spesa maggiore rispetto al danno iniziale, o addirittura causare fuoriuscite di monossido di carbonio, pericolose per la salute. 

Sostituzione degli infissi

A causare consumi eccessivi sono spesso le dispersioni di calore, che sono più accentuate in abitazioni con infissi e serramenti obsoleti o con pareti non adeguatamente isolate.
Per eliminare le dispersioni e creare un ambiente interno confortevole, il consiglio è di sostituire gli infissi con modelli più performanti e dotati di vetri a doppia camera. Si possono trovare tutte le informazioni sull’installazione di porte e finestre su questo sito e ci sono anche indicazioni su eventuali bonus casa validi per questo tipo di intervento.
Se l’abitazione è oggetto di ristrutturazione, la sostituzione delle finestre potrebbe usufruire anche del Superbonus 110%.
Se non si ha la possibilità di sostituire tutte le finestre si può intervenire anche solo sulle tapparelle, che fanno da schermo rispetto all’esterno, o ridurre le fuoriuscite di calore con dei paraspifferi o con delle guarnizioni isolanti

Non coprire i termosifoni

I terminali dell’impianto di riscaldamento funzionano in maniera ottimale se riescono a irradiare gli ambienti senza ostacoli. Coprire quindi i termosifoni con sedie, poltrone o vestiti, ne riduce la capacità di riscaldare, incidendo anche sui costi, perché si è costretti ad aumentare la temperatura o a mantenere acceso l’impianto per molte più ore.
Se gli ambienti hanno un alto tasso di umidità, è fondamentale lasciare vicino ai termosifoni un contenitore per l’acqua o accendere periodicamente dei deumidificatori. Potrebbero infatti comparire delle muffe che sono nocive per la salute e gli sbalzi termici provocano un assorbimento maggiore di energia. 

Installazione valvole termostatiche

Un altro fattore che incide molto sui consumi è la temperatura, che in molti casi viene regolata male o non si riesce a gestire. Grazie all’installazione di valvole termostatiche, si può controllare la temperatura per ogni ambiente in maniera automatica, arrivando a risparmiare fino al 40%. Ci sono inoltre valvole termostatiche intelligenti che, oltre a gestire la temperatura, controllano l’accensione e lo spegnimento dell’impianto. Se quindi ad esempio si lascia una finestra aperta, il sistema lo rileva e spegne l’impianto per evitare sprechi.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: