Come gestire gli spazi in un monolocale

Vivere in un monolocale è spesso una scelta obbligata e possono essere diversi i motivi che ci spingono ad optare per un appartamento di piccole dimensioni. C’è chi non può permettersi di spendere cifre esorbitanti per case più ampie e chi è costretto a scegliere questa soluzione per ragioni legate all’ubicazione dell’immobile. Se guardiamo gli annunci di monolocali in vendita Roma, Milano e le grandi città sono quelle in cui l’offerta è maggiore, proprio perché chi vuole vivere in pieno centro deve accontentarsi spesso di metrature più ridotte. C’è poi anche chi preferisce un piccolo appartamento perché vive da solo. I motivi che quindi possono spingere ad acquistare un monolocale quindi sono diversi ma in tutti i casi per vivere in un mini appartamento bisogna ottimizzare al massimo lo spazio che si ha a disposizione.

Oggi vi diamo alcuni consigli ed idee per gestire al meglio questo aspetto e rendere la vostra abitazione il più comoda e funzionale possibile.

Come organizzare la zona notte

Chi vive in un monolocale deve prima di tutto fare i conti con la sistemazione del letto, che occupa un bel po’ di spazio e rischia di creare un ingombro eccessivo. Oltre a questo, bisogna considerare che non è mai bello avere un letto a vista in casa se si vive in un monolocale perché la stanza è una sola e la zona notte coincide inevitabilmente con la zona giorno.

La soluzione migliore per ovviare a questo problema è quella di installare un letto a scomparsa: ormai in commercio se ne trovano moltissimi modelli differenti. In tal modo, durante il giorno lo si può chiudere in modo che non ingombri e non si veda mentre la notte con semplici mosse si può tirare fuori ed utilizzare. In alternativa si può optare per un divano letto, che però è meno comodo e alla lunga potrebbe creare problemi come mal di schiena o dolori alla cervicale.

Come organizzare la zona giorno

La zona giorno comprende la cucina, il tavolo da pranzo ed il divano: tutti arredi che non possono mancare in qualsiasi abitazione ma che in un monolocale potrebbero creare problemi di spazio. In modo particolare, spesso non si sa dove collocare il tavolo e per ovviare a questo inconveniente si può scegliere una console allungabile. Quando è chiusa occupa pochissimo spazio, ma la si può aprire in caso di necessità in modo che diventi un vero e proprio tavolo da pranzo a più posti.

In alternativa, si può scegliere di eliminare completamente questo complemento d’arredo e scegliere una cucina dotata di penisola americana. Così facendo, non si ha più bisogno di un vero e proprio tavolo perché si può mangiare direttamente in cucina e si ha anche il vantaggio di utilizzare degli sgabelli, che ingombrano sicuramente meno rispetto a delle sedie vere e proprie.

Per quanto riguarda il divano, bisogna sempre collocarlo di fronte alla parete in cui si trova la TV e in un monolocale non è sempre facile riuscire a gestire lo spazio in modo ottimale. Si può però risolvere il problema installando il televisore a muro, su un’apposita staffa.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: