Carabiniere di Latina spara alla moglie, poi si barrica in casa e uccide le due figlie

Dalle 5 di questa mattina le notizie si sono susseguite una dopo l’altra, nella speranza di avere almeno un lieto fine che non c’è stato. Luigi Capasso, un appuntato in servizio a Velletri ha sparato all’alba alla moglie Antonietta Gargiulo, 39, da cui si stava separando. Dopo averla solo ferita è risalito in casa, barricandosi dentro con le due figlie di 8 e 12 anni, rimanendo così per ore senza far sapere cosa fosse successo in quelle mura domestiche. Intorno alle 14.30, dopo un’ora in cui da fuori non riuscivano più a comunicare con il Carabiniere hanno fatto irruzione nell’appartamento, scoprendo la tragedia. Le trattative per la liberazione delle figlie andavano avanti dalla mattina, ma probabilmente le aveva già uccise da subito. Solo all’ultimo si è suicidato sempre con la pistola di ordinanza. La moglie ora è in gravissime condizioni e ricoverata al San Camillo di Roma.

Le bambine come temevamo sono morte verosimilmente da questa mattina“, ha detto il comandante provinciale dei carabinieri di Latina Gabriele Vitagliano che aveva definito Capasso “in stato di forte agitazione e non perfettamente limpido nel suo ragionare in questo momento“.

I colpi di pistola hanno catturato l’attenzione dei vicini del palazzo di fronte, che hanno visto la donna ferita ma cosciente. Lei stessa avrebbe detto che era stato il marito a spararle e che temeva per le figlie. Così sono stati subito allertati i carabinieri, arrivati di lì a poco. Secondo i testimoni i colpi di pistola sono stati sentiti all’esterno e solo tre da dentro l’appartamento. Poi il via alle trattative attraverso un mediatore che ha parlato con l’uomo per ore. Era stata equipaggiata con un corpetto antiproiettile anche la madre della donna disposta ad entrare nella casa per convincere l’uomo ad arrendersi. Ma la donna ha avuto un malore e così l’azione è stata interrotta.
La moglie nel frattempo è stata trasportata in elicottero con ferite al viso, alla spalla e all’addome. Tutti colpi di pistola fuoriusciti che l’hanno messa in pericolo di vita. Lei era già stata aggredita dal marito fuori dalla Findus dove lavorava e le bambine erano terrorizzate dal padre, dopo che aveva aggredito la madre anche in loro presenza.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: