Black Friday parte il 29 Novembre in tutto il Mondo

BLACK FRIDAY – Quest’anno il Black Friday 2019 sarà  venerdì 29 novembre:

I seguaci del Black Friday avranno quest’anno una novità. Questo grande evento all’insegna degli affari a basso prezzo, avrà luogo il 29 Novembre, una data posticipata rispetto le scorse edizioni.  Importato dagli Stati Uniti, il Black Friday si svolge subito dopo la Festa del  Ringraziamento, che si svolge ogni anno a novembre. L’opportunità per i consumatori, inizialmente americani e ora di tutto il mondo, di godere di sconti importanti su una gamma di prodotti diversi e vari. Un assaggio delle vendite prima delle promozioni ufficiali che si svolgono con i saldi di gennaio, subito dopo l’epifania. Un’ulteriore stratagemma commerciale per incentivare le vendite – facendo però risparmiare – sostanzialmente gli acquirenti.

Quest’anno,  il 1 ° novembre è stato un venerdì, di conseguenza, tutto il calendario ha subito variazioni influenzando anche  sulla data del Black Friday 2019. Se, negli Stati Uniti, il Ringraziamento si svolgerà il quarto giovedì del mese, cioè il 28 novembre, sarà proprio venerdì 29 novembre  il quinto venerdì del mese, il giorno delle folli spese. Tuttavia, ben prima del Black Friday, i siti di vendita online stanno  già lanciando tantissime  promozioni per i loro  prodotti, come Amazon, Unieuro, Tim, Google Home, Mediaworld, Xiaomi, moltissimi siti on.line. Ci sono poi promozioni per chi prenota corsi e iscrizioni in quel giorno, con trattamenti compresi nel prezzo, oppure con sconti.  Da lunedì 25 novembre, quindi rimanete sintonizzati perché molti negozi al dettaglio,  praticheranno i prezzi più bassi durante la “Settimana nera” … prima del giorno 29.

E’ diventata una tradizione anche in Italia, che sempre più si prolunga per tutto il weekend fino ad abbracciare il Cyber Monday, e sfociare in acquisti su prodotti informatici, tecnologici e gli inevitabili smartphones.

Origine del Black Friday

Nasce in America, il Black Friday, negli Stati Uniti, dopo la festa del Ringraziamento. Tradizionalmente, gli americani lo considerano come il primo giorno che anticipa gli acquisti per i regali  natalizi. Il nome “Black Friday” verrebbe dalla polizia di Filadelfia, che chiamò il giorno “Black Friday” a causa di ingorghi e problemi di traffico causati dalla corsa ai negozi. Un’altra interpretazione racconta  che nel  giorno successivo al  Ringraziamento, i commercianti scrivono con l’inchiostro nero sui loro libri contabili e non più con l’inchiostro rosso, passando da negativo a positivo …

In Europa, e quindi anche da noi, questo evento commerciale si è sviluppato con l’arrivo di Amazon (ne abbiamo anticipato l’evento nell’articolo del 5/11/2019) e degli acquisti su Web, su siti Made in USA.  Un po’ tutti ormai – che ne sono a conoscenza – approfittano delle promozioni di questa data per fare acquisti. L’evento è gradualmente diventato una data chiave per il commercio e continua a crescere, dal punto di vista della consapevolezza dei consumatori del risparmio. Secondo i dati raccolti, durante il “Black Friday”  del 2017 si è registrato  un record storico di transazioni bancarie di circa  11,7 milioni di pagamenti con carta di credito in un giorno. Record ripetutosi e battuto nel 2018 con oltre 13,5  milioni di transazioni.
Ormai, in molti provvedono a riempire il proprio carrello virtuale sui vari siti nei giorni antecedenti al Black Friday, effettuando poi la transazione nei giorni degli sconti (che inizieranno il 29, ma proseguiranno fino a domenica e ancora, fino al lunedì successivo, con Cyber Monday).

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: