Bayern e Dortmund a valanga

Benchè lo scontro diretto di settimana scorsa abbia praticamente chiuso la lotta per la conquista della Bundesliga, né il Bayern Monaco né il Borussia Dortmund hanno abbassato la guardia e, nel weekend appena trascorso, entrambe le squadre hanno steso le proprie avversarie – rispettivamente Fortuna Dusseldorf e Padelborn- con delle autentiche goleade.

All’Allianz Arena i bavaresi hanno infatti trovato la via della rete per ben cinque volte, grazie alla doppietta di Lewandowski e gli acuti dei terzini Pavard e Davies. A completare la cinquina è stata un’autorete siglata da Jorgensen.

I rivali del Dortmund hanno addirittura fatto meglio, almeno in termini di gol messi a segno. I gialloneri si sono imposti sul campo del fanalino di coda Paderborn con un sonoro 1 a 6. Tutti i sigilli sono provenuti dalle corsie laterali: oltre alla tripletta dell’assoluto protagonista del match Jadon Sancho, le altre marcature sono state firmate da Hazard (che per l’occasione ha giocato nelle vesti di “falso nueve per ovviare all’assenza di Haaland), Schmelzer e dal solito Hakimi.

Per quanto l’entità del risultato finale possa far intuire il contrario, non tutti i 90 minuti sono stati una passeggiata per Hummels e compagni. Infatti il Dortmund è riuscito ad aprire le danze soltanto nei primi minuti del secondo tempo, essendo riusciti i padroni di casa a reggere l’intensità degli avversari durante la prima frazione di gioco.

Non è certo la prima volta in stagione che il Borussia Dortmund ricopra di gol le proprie avversarie, essendo senza dubbio una delle squadre più offensive d’Europa.

Tuttavia martedì scorso, nella sfida decisiva per le sorti del titolo, i gialloneri hanno dimostrato ancora una volta di soffrire così tanto l’esperienza della capolista Bayern da non riuscire a sfruttare a pieno la spensieratezza e la fantasia che li ha contraddistinti sin da settembre.

Quella di Paderborn non è una comunque una vittoria inutile. Infatti, nonostante il Bayern sia allo stato delle cose irraggiungibile, gli uomini di Favre devono comunque guardarsi le spalle e respingere gli assalti mossi dal Borussia Monchengladbach, dal Bayer Leverkusen e dal Lipsia.

A margine del resoconto di quanto avvenuto nell’arco della ventinovesima giornata della Bundesliga, meritano una segnalazione particolare i gesti di solidarietà nei confronti di George Floyd mostrati da Jadon Sancho e Marcus Thuram, figlio dell’ex difensore di Parma, Juve e Barcellona Liliam Thuram e che a sua volta è risultato da sempre molto sensibile alla lotta contro le discriminazioni fondate su motivi razziali.

Tali manifestazioni di vicinanza appaiono, in un momento storico come quello attuale, tanto inevitabili quanto necessari: seguendo l’esempio delle stelle della NBA, è ora che anche i protagonisti del calcio mettano in campo la propria popolarità per dar risonanza a temi sociali di importanza inaudita, quale appunto quelli afferenti la triste vicenda di Minneapolis.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: