Avviso di raccomandata? Ecco come scoprire di cosa si tratta prima di andare a ritirarla

L’avviso di raccomandata trovato nella buchetta delle lettere mette sempre una leggera agitazione. Potrebbe essere un pacco che avete ordinato, ma anche una multa o una qualsiasi richiesta delle tasse. Se l’ansia non ci permette di vivere bene fino a quando la andremo a ritirare, possiamo scoprire di cosa si tratti facendo attenzione ai codici e anche a delle semplici segnalazioni. Per prima cosa è differente ricevere un’avviso di raccomandata con scontrino o su cartoncino. La differenza in questo caso sta nel chi vi abbia portato la lettera raccomandata, cosa molto importante anche sul che cosa potrà contenere la raccomandata. Il postino infatti consegna lettere o pacchi, il messo comunale multe, atti tributari o altro genere di atto sempre emesso dalla pubblica amministrazione.

Se l’avviso è rilasciato attraverso un cartoncino è importante vedere il colore: se bianco, potete stare tranquilli. Il cartoncino verde invece riguarda certamente un atto giudiziario o una multa.

Dopo un primo “sguardo” possiamo poi andare più in profondità andando ad analizzare i codici e ancora meglio le prime tre cifre.

La raccomandata semplice inizia con 12, 13, 14 mentre le multe e gli atti sempre con 76, 77, 78, 79.

Nel caso di un avviso mandato dall’INPS troveremo un codice con il numero che inizia per 650. Equitalia invece con 670.

Se invece hanno cercato di recapitarvi un bancomat o una carta di credito dalla banca, gli avvisi iniziano per 649 o 669 . Sempre dalle banche ma per invii più generici, arriveranno codici compresi tra 612 e 615.

Gli enti pubblici inviano notifiche con codice che inizia per 608 o 609.

Se il codice invece inizia per 689 siete più sfortunati perché è una numerazione generica delle Poste che può indicare lettere generiche.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: