Riprendere la routine e lasciar andare i kg di troppo

Il trascorrere spensierati le vacanze ci ha portato a rilassare anche il nostro regime alimentare, concedendoci drink al tramonto, piatti gustosi locali, qualche gelato o prelibatezza stagionale, ma poi al rientro a casa la bilancia o i vestiti ci presentano il conto di qualche kg in più ….
Come affrontare il periodo dell’anno in cui tutto si riprende ma vogliamo lasciar andare invece il peso accumulato?
Ne abbiamo discusso con la Dssa Rita Rotili Nutrizionista che si occupa di educazione alimentare e sport, che ci ha saputo offrire degli ottimi consigli per iniziare la routine con delle piccole accortezze mirate.

Dssa Rita Rotili

Salve D.ssa Rotili come possiamo cominciare a programmare le nostre giornate di ripresa routine dopo le vacanze?

Per iniziare con un incentivo vi dico che durante le vacanze sicuramente, almeno la maggior parte di voi, avrà aumentato la  neat (Non-exercise activity thermogenesis) ovvero le calorie bruciare durante il giorno con attività come passeggiate, nuoto, escursioni, scrittura e addirittura anche con la conversazione! Tutte quelle attività che permettono la termogenesi non attribuibile all’esercizio fisico, quindi anche se abbiamo sospeso la palestra, ma abbiamo fatto lunghe camminate o nuotato per qualche ora, avremo già fatto un discreto lavoro di mantenimento.

Poi dobbiamo considerare che la vacanza di una settimana o più giorni di stravizi non è l’annientamento di magari un anno di regime controllato: non è il singolo pasto, ma il bilancio settimanale e mensile ad incidere. Quindi si può recuperare benissimo .

Cosa non fare assolutamente e drasticamente per rimettersi in forma?

Sicuramente NO ai digiuni, non ricorrere a strategie di recupero veloce, no alle diete di sola frutta o solo verdura.
Abbandonate gli alcolici, i superalcolici e le bevande gassate e zuccherate innanzitutto. Purtroppo i diversi e tanto amati aperitivi che ci richiama l’estate sono i più gettonati, ma non ci si rende conto di tutto lo zucchero superfluo ingerito!

Cosa fare invece per scegliere un giusto e corretto percorso alimentare ?
L’idratazione sicuramente è fondamentale, sempre (bere almeno 2 lt di acqua al giorno).
Sarebbe preferibile iniziare la giornata con una colazione salata piuttosto che la classica italiana che ha un apporto glucidico molto alto, quindi NO a cappuccino e cornetto, SI a uova, yogurt, prosciutto, pane integrale tostato, caffè d’orzo o tea verde. Caffè senza zucchero nelle dovute proporzioni.
Utilizzare carboidrati integrali ( quindi riso, pasta, pane rigorosamente integrali).
Assicurarsi per ogni pasto la giusta dose di verdura, quindi di fibra e di inserire in ogni pasto una componente proteica.

Iniziando questo programma alimentare possiamo concederci uno “sgarro” ovvero un pasto libero a settimana?
Preferisco non concederlo, concettualmente non mi piace e uno “sgarro” programmato alla fine non è uno sgarro. Il corpo deve avere il suo periodo di detox dagli stravizi e prendere la buona routine, quindi pensare subito ad un passo indietro con il pasto libero, non lo consiglio.

Cosa può aiutarci a raggiungere risultati un po’ più velocemente e intensificare la motivazione?
Sicuramente l’attività fisica, che deve essere costante e naturalmente adatta alle vostre capacità fisiche . Non vi chiediamo di iniziare allenamenti per la Maratona di New York se approcciate alla corsa per la prima volta, ma un graduale e adatto percorso di allenamento personalizzato, facendovi seguire magari da un personal trainer oppure seguendo dei corsi collettivi in palestra sotto la supervisione di un istruttore, ma anche dedicare tempo ad una passeggiata durante la giornata, porterà benefici fisici e mentali, come allentare lo stress da ripresa routine.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: