Trump denigra lo sviluppo delle auto elettriche

trump

Questo è il risultato dei piani climatici che escono dal campo democratico del 2020. Numerosi incentivi e infrastrutture di ricarica possono essere utilizzati per implementare una banconota da svariati milioni di dollari.

Seguendo l’esempio del governatore di Washington Jay Inslee, contendente all’inizio del 2020, molti candidati hanno fissato obiettivi per, almeno, richiedere tutti i nuovi veicoli passeggeri e zero emissioni: il senatore Kamala Harris della California e South Bend, Indiana, sindaco Pete Buttigieg lo mise per esempio nel 2035, mentre Sens. Cory Booker del New Jersey ed Elizabeth Warren del Massachusetts puntano al 2030.

Il senatore Bernie Sanders, I-Vt., Ha un obiettivo ancora più ambizioso: spostare l’intero settore dei trasporti su veicoli a zero emissioni entro il 2030 attraverso centinaia di miliardi di dollari in incentivi per il commercio di auto e camion vecchi.

Adoreremo tutti guidare le nostre auto elettriche“, ha dichiarato l’imprenditore e contendente 2020 Yang Yang in un forum sul clima della CNN. Ha suggerito un programma di riacquisto volontario per auto a combustibile fossile.

Gli approcci dei candidati hanno creato uno scontro elettorale generale con il presidente Donald Trump, che ha deriso le auto elettriche e ha preso provvedimenti per deregolamentare l’industria per consentire ai veicoli di inquinare di più anche quando i produttori di automobili si affidano sempre più a un futuro alimentato a batteria – con o senza il suo supporto .

Le proposte democratiche riflettono l’approccio più audace del partito nel 2020, animato dall’attivismo attorno al New Deal verde, ma anche dalla brutale matematica dei cambiamenti climatici. Arrivare a zero emissioni in tutto il mondo entro il 2050, che secondo il pannello intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici è necessario limitare il riscaldamento globale a un aumento di 1,5 gradi Celsius (2,7 gradi Fahrenheit), richiede il passaggio di veicoli a combustione fossile. Rappresentano circa il 29 percento di tutte le emissioni di gas serra negli Stati Uniti.

Quando osserviamo le riduzioni dell’inquinamento di cui abbiamo bisogno, i trasporti sono la principale fonte di emissioni da qualsiasi settore dell’economia degli Stati Uniti“, ha detto a NBC News Don Anair, che gestisce la ricerca sui veicoli puliti presso la Union of Concerned Scientists. “È fondamentale per affrontare i cambiamenti climatici“.

Ma per i democratici, la politica di imporre la tendenza in anticipo rispetto al programma raccomandato dal pannello delle Nazioni Unite potrebbe essere complicata poiché i repubblicani cercano di ritrarre i loro avversari come rimproveri che segnalano la virtù che vogliono dire agli elettori come vivere e mangiare. L’opposizione alle cannucce di carta rispettose dell’ambiente è già diventata un grido di battaglia per i conservatori nel 2020. La campagna di Trump vende persino quelle di plastica sul suo sito Web con il tono “le paglie di carta liberali non funzionano“.

Ma le paglie, a differenza delle automobili, sono per lo più irrilevanti per fermare il cambiamento climatico – e non sono radicate nell’identità americana in un modo che si inserisce perfettamente in una guerra culturale. Nessuno ha mai detto che la canzone country e western perfetta debba avere una cannuccia, ma lo hanno detto sui camion.

Anche prima delle ultime proposte democratiche, Trump ha trascorso mesi a deridere le auto elettriche come parte di una più ampia denuncia del New Deal verde e sforzi simili.

Vogliono che tu abbia una macchina invece di due, e dovrebbe essere elettrica, ok?” il presidente ha detto in un discorso alla Conferenza di azione politica conservatrice quest’anno. In un altro evento, nel Michigan, fece l’impressione di un marito che chiedeva a sua moglie: “Tesoro, dove posso ottenere una tassa?” dopo aver finito il succo sulla strada.

In teoria, le persone vogliono essere più sostenibili“, ha detto a NBC News lo stratega repubblicano Matt Gorman. “Quando ti alleni, è quando la gomma incontra la strada e può diventare molto fastidiosa“.

Il sondaggio pubblico ha mostrato che il New Deal verde e le relative proposte sul clima sono arerelativamente popolari. Ma un sondaggio del think tank di sinistra Data for Progress di marzo ha anche scoperto che richiedere nuove auto per essere elettriche entro il 2030 era la politica ambientale meno popolare che hanno testato, con gli elettori che si sono opposti con un margine di 15 punti.

Viviamo in un ‘auto-triarchia“, ha detto a NBC News il fondatore del think tank, Sean McElwee. “Questo è stato abbastanza coerente nel polling che abbiamo fatto“.

I democratici hanno tuttavia un grande vantaggio: l’industria si sta già preparando per qualcosa come un mondo post-verde del New Deal. Mentre i veicoli elettrici rappresentavano poco più dell’1 percento delle vendite americane nel 2018, con Tesla che dominava il mercato, i principali produttori di automobili stanno progettando di implementare una gamma di veicoli elettrici nei prossimi anni.

Gli analisti del settore vedranno un potenziale punto di svolta nei prossimi anni, poiché la tecnologia della batteria migliora e consente ai costi delle nuove auto elettriche di scendere al di sotto di quelle a gas. L’amministratore delegato di General Motors, Mary Barra, ha dichiarato l’anno scorso che il futuro dell’azienda è “zero emissioni”, un annuncio che ha suscitato un rimprovero da parte di Trump. La Volkswagen prevede di lanciare circa 70 modelli di auto elettriche nel prossimo decennio.

Il settore automobilistico globale a livello globale si sta progressivamente spostando verso veicoli elettrici“, ha affermato Scott Shepard, analista dell’industria automobilistica con sede a Londra per Navigant Consulting Inc. “I principali fattori scatenanti sono le politiche di regolamentazione“.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: