Sicilia: un mini tour tra le meraviglie siciliane

Scegliere cosa visitare in Sicilia non è facile, vista l’enorme quantità di località a disposizione. D’altra parte parliamo della più grande isola del Mediterraneo, con i suoi oltre 25mila chilometri quadrati di estensione. Tante le spiagge in cui poter cercare relax, così come sono tante le città che vale la pena vedere. Oltre a Palermo e Catania, spicca tutta l’area barocca della Val di Noto, autentico gioiello custodito a sud-est dell’isola. Come dimenticare poi l’arcipelago delle Eolie o quello delle Egadi, luoghi ricchi di bellezze paesaggistiche di ogni tipo.

Le principali bellezze artistiche siciliane

Abbiamo citato il capoluogo, Palermo, e allora partiamo proprio da qui per il nostro ipotetico tour. Qui i Normanni hanno lasciato il segno dal punto di vista architettonico: ne è una testimonianza il Palazzo dei Normanni, uno dei gioielli artistici meglio custoditi di tutta l’isola. Inserito tra i siti patrimonio dell’Unesco, questo edificio racchiude in sé un bel pezzo della dominazione normanna e dell’impulso che essa ha dato da queste parti. Anche la Cattedrale di Palermo, col suo stile barocco e la sua grande imponenza, merita una visita approfondita, senza dimenticare la zona “settecentesca” della città. Ci riferiamo ai “Quattro canti”, un complesso architettonico capace di offrire uno scorcio suggestivo con un “taglio” differente rispetto all’impronta normanna.

Rimanendo in provincia di Palermo basta spostarsi di qualche chilometro per trovare altre bellezze di assoluto rilievo sul piano culturale. Il Duomo di Monreale è una chicca da non perdere assolutamente. La sua peculiarità è rappresentata dai mosaici dorati di grande valore che impreziosiscono la chiesa. Ancora qualche chilometro e approdiamo a Cefalù, borgo medievale arroccato sul mare di grande pregio turistico. Oltre a vantare alcune tra le spiagge più belle della Sicilia, questa cittadina merita una passeggiata tra le vie del centro storico per apprezzarne appieno la bellezza.

Un’altra meta di sicuro interesse storico-architettonico è Catania, anch’essa colma di ricchezze barocche e normanne. Su tutto spicca Piazza Duomo con la chiesa di Sant’Agata, fulgido esempio di arte barocca che dà un look inconfondibile al centro cittadino. Altro luogo da visitare è il teatro Bellini, elegante edificio eretto in onore del famoso compositore originario di Catania.

Non si può dimenticare infine il castello Ursino, oggi museo civico della città ma un tempo fortezza medievale che sorgeva a protezione di Catania. Il suo fascino rimane intatto e inscalfibile nel tempo.

Ragusa e la Val di Noto

Abbiamo fatto riferimento al barocco, e allora non si può che citare la Val di Noto. Patrimonio Unesco, questa parte di territorio a sud dell’isola racchiude alcune delle espressioni artistiche migliori in Europa per questo stile. Ragusa, con la vecchia città Ibla, ma anche Modica, Scicli e Noto sono le località più importanti della zona.

Modica può vantare il Duomo di San Girogio, raggiungibile percorrendo una lunga e suggestiva scalinata; a Scicli c’è da ammirare il panorama che si scorge dall’alto del centro storico, mentre Noto e Ragusa meritano una più approfondita visita ai principali palazzi in stile barocco che custodiscono.

Dove alloggiare in Sicilia

Chi si trova dalle parti della Val di Noto dovrà fare molti chilometri a piedi per godere delle bellezze di quei luoghi. Questo vuol dire doversi rilassare in serata: il nostro consiglio è quello di scegliere l’igv club Baia Samuele ( a 10km da Modica) per un perfetto relax. Qui si può approfittare di tutti i servizi del villaggio, oltre che approfittare di spiagge pulite e attrezzate.

Un’altra valida opzione è rappresentata dall’igv Club Marispica, situato a circa dieci chilometri da Ragusa. Qui si respira a pieni polmoni grazie ad un’ampia area verde a disposizione, che rende piacevole la villeggiatura anche con i più piccoli al seguito.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: