Dalla Francia alla Sardegna in traghetto

Forse non tutti lo sanno, ma esistono numerosi traghetti che raggiungono la Sardegna anche dalla Francia, o addirittura dalla Spagna. Il modo migliore per arrivare nella zona più nota della Sardegna, a Golfo Aranci, a due passi da Palau e dalla Costa Azzurra, consiste dal partire da Nizza, porto che offre la possibilità anche di partire per la Corsica. Per chi parte dall’Italia questo tipo di opportunità è ideale nel caso in cui si decida di fare un tour viaggiando verso la Francia, per poi terminare la vacanza in Sardegna. Prima di organizzarti fai una ricerca online e scegli l’orario del traghetto che ti porterà da Nizza a Golfo Aranci.

Perché Nizza
Moltissimi italiani amano il sud della Francia, la Costa azzurra e la Provenza. Per una vacanza in queste zone un fine settimana lungo può essere un periodo ideale, anche se conviene ricordare che avere l’automobile al seguito è fondamentale, soprattutto nel caso in cui si si voglia addentrare nell’entroterra, per visitare alcuni tra i più bei borghi della Francia meridionale. Dopo qualche giorno in Costa azzurra si può partire per la Costa Smeralda, per godere di un’altra costa bella, rinomata e ricca di località da visitare. Conviene però ricordare che da Nizza parte ad oggi un numero esiguo di traghetti, solo in alcuni giorni della settimana. Per questo motivo è importante verificare le date in cui si intende partire e prenotare con largo anticipo.

Come prenoto il traghetto
Per prenotare il traghetto da Nizza a Golfo Aranci non è necessario parlare francese o recarsi in Francia. Le operazioni di prenotazione si possono infatti svolgere completamente online, approfittando di appositi siti che consentono questo tipo di operazioni. Visto che stiamo parlando di partenze non così frequenti o numerose, conviene prenotare anche con alcune settimane di anticipo, scegliendo tra le opportunità che si possono trovare in rete. Vasta scegliere la data della partenza, il numero dei viaggiatori e il veicolo con cui ci si sposta, per ottenere il prezzo del viaggio, da saldare subito con carta di credito o altro metodo di pagamento tra quelli disponibili. La partenza avviene in genere in orario secondo quanto previsto, conviene però ricordare che occorre del tempo per caricare i viaggiatori e i veicoli sul traghetto; è quindi necessario arrivare almeno con 2 ore di anticipo, pena l’impossibilità di essere accolti a bordo.

Perché il traghetto
Oggi arrivare in alcune zone d’Europa è molto facile, anche grazie alla possibilità di utilizzare voli aerei sempre più convenienti e frequenti nel corso dell’anno. Certo è che a volte l’automobile è essenziale per una vacanza, ad esempio quando si intende fare un tour. In più sono ancora molti i viaggiatori che amano utilizzare durante i loro spostamenti una motocicletta, o un camper. Per tutti questi viaggi il modo migliore consiste nell’utilizzare mezzi propri, anche perché solo così si potranno visitare molte spiagge della Sardegna, cosa che sarebbe complicata da fare con i mezzi pubblici. Certo, si può anche noleggiare una vettura all’arrivo, ma il costo globale diminuisce in modo sensibile con il traghetto e la vettura di proprietà.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: