WhatsApp punta a monetizzare. Ecco i nuovi strumenti a pagamento per le aziende

Era il 2014 quando Facebook ha annunciato quella che si sarebbe rivelata la sua acquisizione più costosa per una cifra complessiva di 19 miliardi di dollari. Stiamo parlando di WhatsApp e da allora sono trascorsi circa quattro anni, durante i quali il colosso guidato da Mark Zuckerberg sta lavorando senza sosta per dare vita a soluzioni che le consentano, finalmente, di ottenere un guadagno dall’enorme diffusione globale dell’app.

WhatsApp è infatti una delle piattaforme di messaggistica più usate al mondo, conta circa 1.5 miliardi di utenti attivi ogni mese che inviano ogni giorno miliardi di messaggi, chiamate e videochiamate per restare in contatto. Ebbene, finalmente, arrivano ulteriori conferme sulle nuove strategie messe a punto dalla società per iniziare a monetizzare, e per il momento si tratta di soluzioni destinate alle aziende.

E’ trascorso quasi un anno da quando è stato lanciato WhatsApp Business, una versione della popolare app di messaggistica destinata alle aziende e creata in modo da offrire strumenti utili per la gestione dei clienti. Sempre più aziende, infatti, si affidano proprio a WhatsApp per restare sempre in contatto con i propri clienti, e non stupisce quindi che per consentire a WhatsApp di generare un guadagno, si sia deciso proprio di partire dagli utenti business.

Stando ai dettagli confermati, l’obiettivo di WhatsApp, adesso, è quello di lanciare nuovi strumenti a pagamento per le aziende. Per fare questo l’app di messaggistica andrà a promuovere la possibilità, per i clienti business, di integrare WhatsApp con applicazioni e siti web, per gestire al meglio le comunicazioni con i clienti.

In questo modo i messaggi che le aziende invieranno ai propri clienti saranno a pagamento. Dai dettagli trapelati, tuttavia, dipenderà tutto dalle tempistiche. Se l’azienda risponderà al cliente entro 24 ore, ad esempio per informare dell’avvenuta spedizione o per fornire informazioni sui servizi offerti, il messaggio sarà gratuito. Se invece la risposta sarà inviata dopo le 24 ore, sarà a pagamento con una cifra che dovrebbe variare tra 1 e 9 centesimi.

In ogni caso i costi per le aziende dovrebbero variare anche a seconda della quantità di messaggi inviati. Questa dovrebbe essere solo una delle novità previste da WhatsApp per la monetizzazione e, soprattutto, riguarderà al momento solo messaggi in risposta ai clienti e non contenuti promozionali. In futuro, invece, potrebbero essere implementati nuovi strumenti, dalla gestione dei pagamenti ai contenuti pubblicitari.

Queste novità vengono confermate a pochi giorni dal lancio di un’altra funzione molto attesa da milioni di utenti. Parliamo delle chiamate e videochiamate di gruppo fino a quattro persone, implementate sull’app per Android e iOS.

Share

Commenti

commenti