Whatsapp, la truffa del messaggio che non disattiva l’applicazione, ma si introduce ovunque

Occhio al messaggio Truffa che potrebbe arrivare su  Whatsapp: “Controlla le tue informazioni su Whatsapp. Il tuo account Whatsapp verrà disattivato, controlla le tue informazioni”.

È tutto falso. L’allerta su Commissariato di PS On Line della Polizia Postale: non procedete né condividete, in realtà, si tratta di una truffa…

Provocare una gesto istintivo nell’utente del servizio di messaggistica (utilizzato da tutti indistintamente per ceto o età, cultura) per poter insinuarsi nei dispositivi e sottrarre dati. È così che agiscono spesso coloro che vogliono introdursi nei nostri supporti informatici, non solo per infettare o bloccare, ma per rubare dati e soldi.

Lo scopo di questo tipo di truffe è quella di installare software che permettano di accedere a dati riservati. In taluni casi, si possono avere conseguenze anche gravi come prelievi non autorizzati dalle carte di credito.

Una segnalazione fasulla può innescare una serie di azioni e successive ripercussioni anche sui nostri contatti. Basta sottovalutare la capacità di tali sistemi di “infezione” per arrivare attraverso delle applicazioni malevoli non verificate, a conseguenze davvero pesanti sia per ciò che attiene la Privacy, sia per la nostra sicurezza economica.

Sono vere e proprie truffe informatiche, che attraverso un’azione dolosa, azionano una vera e propria trappola per l’utilizzatore incauto o benpensante. Whatsapp diventa uno strumento di passaggio, un tramite per i furfanti per procurare danno.

tramite un posto sul profilo Facebook anche il  “Commissariato di PS On Line – Italia”,  ha annunciato l’anomalia e il pericolo reale per gli utenti. Attenzione massima quindi a tutti imessaggi che arrivano sugli smartphone.

Tenere App delle Banche con credenziali di accesso memorizzate, come anche siti di acquisto on.line con password e dati di carte di credito già presenti; dati nascosti in sottocartelle o Notes, Rubriche, sono facilmente riconoscibili dai ladri informatici, così come Applicazioni che garantiscono di custodire i dati, possono essere molto pericolose. (a volte meglio la vecchia agendina…da non perdere però).

Buona navigazione a tutti e attenti ai messaggi – oltre alla mail – ora anche a whatsapp.

Share

Commenti

commenti