Walkman: il robot umanoide costruito dall’Istituto Italiano di Tecnologia che partecipa al Darpa Robotics Challenge

Walkman_Istituto_Italiano_Tecnologia

Sembra una possibilità vista molte volte nei film di fantascienza quella di utilizzare robot umanoidi per semplificare e migliorare la vita delle persone, ma è innegabile che nei prossimi anni questo genere di tecnologia diventerà una realtà sempre più presente nella vita degli esseri umani, offrendo tante opportunità.

L’ultima novità italiana in questo ambito si chiama Walkman, ed è un particolare robot umanoide che parteciperà al Darpa Robotics Challenge, rappresentando l’Europa in quella che viene considerata la più importante manifestazione dedicata alla robotica nel mondo.

Walkman, costruito dall’Istituto Italiano di Tecnologia, in collaborazione con  Centro di Ricerche “E. Piaggio” di Pisa, per un progetto finanziato dalla Commissione Europea, è un robot umanoide alto 1,85 metri e con un peso di 100Kg.

La particolarità di questo robot sono le mani, costruite per assomigliare a quelle umane, e che gli consentono di utilizzare un trapano, girare valvole, aprire porte e persino guidare, mentre il movimento elastico dei giunti gli consente di avere un movimento fluido. Le gambe, senza motore, risultano leggere nel movimento e il busto può girare fino a 180°, assicurando una migliore manipolazione degli oggetti.

Il robot è dotato di una batteria che assicura fino ad un’ora di autonomia.

Il Darpa Robotics Challenge che si terrà il 5 e 6 giugno a Los Angeles, vedrà la partecipazione di 25 team provenienti da  USA, Giappone, Corea del Sud, Europa, Hong Kong, Repubblica Popolare Cinese, che verranno messi alla prova con una serie di test.

In particolare i robot che parteciperanno, dovranno essere in grado di superare ostacoli, cammirare e operare autonomamente, utilizzare utensili, girare valvole e guidare e guidare un veicolo Ranger.

Proprio quest’ultima prova potrebbe rivelarsi la più complessa per Walkman.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: