Uber potrebbe acquisire Deliveroo

Diversificare l’offerta per ampliare il proprio business e raggiungere nuovi mercati è senza dubbio una delle strategie che da tempo il colosso statunitense Uber ha iniziato a seguire, in particolare sotto la guida del nuovo CEO Dara Khosrowshahi. Non a caso l’azienda ha scelto di spingere non più solo sul noleggio di auto, che continua a confermarsi il business principale, ma anche sulla possibilità di noleggiare biciclette e scooter elettrici in diverse città del mondo.

Uno dei settori in cui, tuttavia, l’azienda continua a investire con profitto è la consegna di cibo a domicilio, con la sussidiaria Uber Eats che registra numeri in costante crescita confermandosi uno dei principali esponenti del settore. E sarebbe proprio per spingere sul food delivery che il colosso statunitense sarebbe in trattativa per l’acquisizione di uno dei suoi principali competitor, Deliveroo.

Si tratta al momento di indiscrezioni riportate da Bloomberg, che cita fonti anonime ben informate. Stando ai dettagli trapelati, Uber sarebbe nelle fasi iniziali di una trattativa per l’acquisizione di Deliveroo, ma di certo non ci sarebbe nulla. Il motivo sarebbe la volontà degli azionisti di Deliveroo di non voler perdere la propria indipendenza.

Di recente Deliveroo ha completato un nuovo giro di investimenti che ha portato la società ad essere valutata intorno ai 2 miliardi di dollari, e di conseguenza un’acquisizione da parte di Uber richiederebbe una spesa pari a diversi miliardi per poter chiudere un accordo. Di certo Deliveroo è considerata una delle principali start-up impegnate nella consegna di cibo in Europa, offrendo i suoi servizi in oltre 200 città del mondo.

D’altra parte Uber ha ribadito la volontà di spingere sul mercato del food delivery, in cui sta ottenendo già risultati positivi. L’eventuale acquisizione di Deliveroo, consentirebbe quindi a Uber di ampliare la crescita di Uber Eats in Europa, conquistando nuove fette di mercato e imponendosi come la principale azienda specializzata nella consegna di cibo a domicilio a livello globale. Una strategia che potrebbe rivelarsi utile in vista dell’IPO di Uber prevista per i primi mesi del 2019.

Nonostante le indiscrezioni trapelate fino ad ora, Uber e Deliveroo hanno preferito non rilasciare commenti. Non resta quindi che attendere i prossimi sviluppi.

Share

Commenti

commenti