Recensione Honor 7: comodità, eleganza e prezzo

2016-06-27 17.40.38

Honor 7 è uno smartphone interessante, dal prezzo contenuto (solo 270,00 €) e con alcune caratteristiche, poche per la verità, da vero top di gamma. In casa Honor (Huawei) si è lavorato duramente alla creazione di un prodotto che punta tutto sull’equilibrio delle sue componenti hardware e software. Honor 7 è un telefono elegante e flessibile, perfetto per l’uso quotidiano, nonostante i suoi limiti di performance possano impensierire gli utenti più esigenti.

Il design di Honor 7 risulta semplice e ben curato. La percezione è di possedere un dispositivo di altissimo livello, merito anche della sua qualità costruttiva. Il telefono è avvolto in un unica scocca in alluminio e trasmette una feeling particolarmente piacevole. Ma il dettaglio più pregiato e interessante è la sottilissima cornice del display, la quale permette di guadagnare spazio prezioso a favore di un impugnatura più comoda. Questa caratteristica da sola vale il leggero sovrapprezzo del dispositivo rispetto ai suoi diretti concorrenti. Per il resto troviamo in basso l’audio sul lato destro il bilanciere del volume, seguito dal tasto di accensione e spegnimento. Sul lato sinistro, invece, è previsto un pulsante programmabile al quale possiamo assegnare una qualsiasi funzione (scattare fotografie, aprire un applicazione etc.)

Tuttavia, in Honor 7 troviamo un hardware di fascia media, soprattutto per quanto riguarda il processore, un Huawei HiSilicon KIRIN 935 con ben 3GB di Ram e la GPU (processore grafico) Mali-T628 MP4. Se per voi queste sigle non hanno alcun significato, possiamo azzardare un paragone, considerando questi processori equivalenti ai top di gamma di circa due anni fa. Questo però non vuol dire che siano lenti e non sufficienti, tutt’altro, rappresentano una tecnologia di nuova generazione, solo che non sono stati pensati per prestazioni stellari, soprattutto se ciò riduce drasticamente il prezzo.

Con Honor 7 abbiamo a disposizione 16 Gb di memoria di archiviazione, espandibili via SD se decidiamo di rinunciamo a gestire due Micro SIM contemporaneamente (difatti la SD o la Micro Sim condividono lo stesso spazio), tenendo bene a mente che solo uno dei due slot permette una connessione LTE o 4G.

Ma è nel retro del dispositivo che troviamo la più grande sorpresa: un lettore d’impronte digitali, facile da configurare e sempre reattivo e affidabile. C’è da aggiungere che la sua particolare posizione (immediatamente sotto la fotocamera posteriore) risulta molto comoda per le operazione di sblocco della schermata e, se si vuole, offre la possibilità di ritornare alla home o scattare fotografie.

Honor 7 possiede un ottimo display IPS Full-HD con 424 ppi pixel (non così scontato in un prodotto di fascia media) da 5.2” con vetro Gorilla Glass 3 (peccato che sia stata adottata la vecchia generazione). Seppur di qualche mezzo pollice in meno rispetto alle classiche dimensioni dei phablet da 5.5”, la resa è altissima, soprattutto se prendiamo in considerazione la sottile cornice intorno allo schermo. Infatti il rapporto tra lo schermo e il ben fatto chassis di metallo è del 76.7%, anche meglio del più blasonato Samsung Note 5  (con il 76,2 %) o dell’Asus Zenfone 2 (con il 72%) Il comparto fotografico, dotato di una camera principale da ben 20 megapixel con doppio led flash e di una frontale da 8 mpx sempre con led flash (piccola chicca non da poco), ha una resa più che dignitosa. Il software a supporto è discreto, ma offre soluzioni divertenti per personalizzare foto e video.

Arriviamo finalmente alla nota dolente di questo smarphone: la performance. Come dire sulla carta non presenta caratteristiche da primato, ma nei fatti e nei vari test svolti ne esce a testa alta. La fluidità generale dell’Honor 7 è buona: si passa rapidamente da un app all’altra, senza lag o rallentamenti. Giusto qualche incertezza nel caricare la fotocamera, ma nulla che possa davvero comprometterne l’usabilità. Abbiamo provato alcuni giochi piuttosto impegnativi, tra cui “Warhammer 40000”, e la giocabilità è buona. A questo punto, vi starete chiedendo in cosa esattamente risiede la famigerata nota dolente? Semplicemente, non aspettatevi di giocare con un framerate alto! Honor 7 è un ottimo telefono, ma non è nato per il gaming spinto. Se le vostre sessioni di gioco non prevedono dettagli grafici troppo alti o non avete idea di cosa stiamo parlando, allora non preoccupatevi, questo telefono è perfetto per voi.

2016-06-27 16.53.59

Ultimo punto su cui porre particolare attenzione è il software. Ovviamente, parliamo di un telefono con sistema operativo android, personalizzato con un’interfaccia proprietaria denominata “Emotion UI”, ormai alla terza generazione. Per i puristi di android questa può essere una brutta notizia, ma è anche vero che ormai tutte le case produttrici da Samsung a LG scelgono volontariamente di non utilizzare l’esperienza android pura. Con Honor 7 è comunque possibile personalizzare sfondi, colori e icone a proprio piacimento. Facciamo i complimenti a Huawei per aver realizzato un prodotto così equilibrato. Honor 7 è disponibile su internet a meno di 300,00 € con tanti punti di forza che fanno la differenza. Costa un po’ di più rispetto ai suoi diretti concorrenti, ma difficile trovarne così leggeri, eleganti, con lettore impronte digitali e  con una camera da 20mpx.

2016-06-27 16.53.01

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: