Nintendo Switch è arrivato. Dal 3 marzo il futuro “ibrido” di Nintendo

Switch, un nome molto semplice ma che al tempo stesso racchiude la reale natura della nuova piattaforma casalinga sviluppata da Nintendo, una console che arriva subito dopo quello che può essere definito tra i maggiori flop della casa giapponese, quella Wii U che in quattro anni dal lancio è riuscita a vendere solo poco più di 10 milioni di unità, facendo peggio di quanto ci si sarebbe potuti aspettare a causa di motivi piuttosto diversi, forse dal prezzo di lancio considerato troppo alto o forse per una non adeguata line-up di giochi in grado di attirare l’attenzione del pubblico.

L’idea di creare Nintendo Switch sarebbe nata nel 2014 dal compianto Satoru Iwata, e l’intento sembra essere quello di unire due mondi apparentemente lontani in una sola piattaforma, realizzando quindi una console che riesca ad essere al tempo stesso un dispositivo da salotto e una console portatile che strizza l’occhio a quel mercato mobile sempre più popolato di videogioctori. Mancano solo due giorni al lancio di Switch sul mercato, e ormai i dettagli e le informazioni disponibili non si contano più.

Nintendo Switch si conferma a tutti gli effetti come la prima console ibrida realizzata da Nintendo. La console comprende una docking station all’interno della quale viene inserita la piattaforma vera e propria con dimensioni simili a quelle di un tablet. Switch può quindi essere collegata alla tv attraverso la porta HDMI in maniera molto semplice, per godere dei giochi seduti comodamente sul divano di casa, ma all’occorrenza può anche diventare una piattaforma mobile. Il nucleo della console simile ad un tablet può essere staccato diventando quindi una console portatile.

I controller di Switch si chiamano Joy-Con, hanno dimensioni piuttosto ridotte. Due Joy-Con possono essere assemblati per diventare un controller tradizionale, ma i joy-con possono essere usati anche separatamente per giocare in compagnia di altre persone. L’autonomia della batteria dovrebbe consentire l’uso per qualche ora, ma molto dipenderà dal gioco utilizzato. Internamente la console dovrebbe essere alimentata da un processore NVIDIA Tegra customizzato, mentre la memoria interna dovrebbe essere di 32GB, e potrà essere estesa fino a 2TB. Le dimensioni del display, invece, saranno da 6.2 pollici con una risoluzione HD.

Molto interessante anche la line-up di giochi che saranno disponibili al lancio della console. Spicca tra tutti The Legend of Zelda: Breath of the Wild, ma non mancheranno titoli altrettanto promettenti come 1,2, Switch, I Am Setsuna e Super Bomberman R, ma non mancheranno le novità per mesi successivi tra cui l’attesissimo Super Mario Odyssey e tanto altro.

Nintendo Switch sarà disponibile in Italia dal 3 marzo 2017 al prezzo ufficiale di €329,99.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: