Il drone sottomarino: la cyber seppia alla scoperta degli oceani

SepiosDi droni se ne sente parlare sempre di più e siamo tutti affascinati da questi piccoli robot volanti che possono fare veramente tanto! Oggi vi parliamo di uno di questi “giocattoli” di nuova generazione ma che al posto di volare, nuota negli abissi più profondi!

Si tratta di un drone sottomarino, una specie di seppia robotica creata dagli studenti dell’Istituto di Tecnologia di Zurigo che nuota come la vera sorella, riuscendo così a muoversi indisturbata nei mari.

Ha la struttura a quattro pinne chiamata Sepios che permette gli spostamenti nell’acqua senza fare alcun rumore. Le pinne simmetriche copiate proprio dalle seppie permettono lo spostamento in ogni direzione, potendo essere guidate individualmente. Ogni pinna ha nove raggi che possono essere guidati attraverso ingranaggi conici, portando a movimenti anche angolari.

Attraverso le alette laterali si riesce poi anche a stabilizzare la struttura durante il movimento. Il test è stato effettuato lungo un fiume, monitorandone il comportamento anche con ostacoli artificiali.

Niente a che vedere con altri prodotti atti a studiare i mari, sicuramente più rumorosi e pericolosi per l’ambiente marino. Anche il suo aspetto, aiuta a mimetizzarla con l’ambiente. Un vero e proprio pesce insomma… anche se robotico!

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: