Huawei Mate X: al MWC 2019 svelato lo smartphone pieghevole che supporta 5G

Appare chiaro ormai che il nuovo trend del mercato mobile per il 2019 e probabilmente per i prossimi anni, è rappresentato dalla produzione di smartphone pieghevole. Dopo anni di indiscrezioni e anticipazioni, è solo in queste settimane che alcuni dei principali produttori di smartphone hanno iniziato a svelare al mondo i primi smartphone pieghevoli che approderanno sul mercato durante i prossimi mesi.

Pochi giorni fa Samsung ha svelato l‘innovativo Galaxy Fold. E durante il Mobile World Congress 2019, in corso a Barcellona, Huawei ha scelto di non restare a guardare. E’ durante la manifestazione spagnola che il produttore cinese ha svelato al mondo il suo primo smartphone pieghevole. Si tratta di Huawei Mate X, e tra le sue caratteristiche più importanti oltre al design, troviamo il supporto alle reti 5G.

Huawei Mate X rappresenta la risposta del colosso cinese al Samsung Galaxy Fold e, sotto diversi aspetti, appare più interessante rispetto al terminale del produttore sudcoreano. La forma di Mate X rappresenta il primo elemento interessante. Questo smartphone è dotato di una cerniera che gli consente di essere aperto o chiuso come un libro e di un display AMOLED flessibile indispensabile per questa categoria di dispositivi. Quando è chiuso, l’utente può avere a disposizione due schermi. Il primo nella parte frontale con diagonale da 6.6 pollici e risoluzione 2480×1148 pixels. Nella parte posteriore, invece, troviamo una diagonale da 6.38 pollici con risoluzione 2480×892 pixels.  Da chiuso lo spessore è di 11mm, con una barra laterale che racchiude le fotocamere e i sensori del terminale.

Nel momento in cui Mate X viene aperto, il terminale si trasforma in un tablet con display da 8 pollici (più grande del Galaxy Fold di Samsung), lasciando l’intera superficie a disposizione dello schermo, senza notch. Inoltre lo spessore diventa di appena 5.4mm (più piccolo di iPad Pro).

All’interno di Mate X troviamo il potente processore HiSilicon Kirin 980, insieme a RAM da 8GB e storage da 512GB. Tre le fotocamere integrate, come detto, nella barra laterale del terminale. Il sensore principale da 40MP, un altro grandangolare da 16MP e un terzo sensore da 8MP con zoom 3x.

La batteria da 4500mAh supporta la ricarica rapida da 55W che consente di ricaricare l’85% della batteria in appena 30 minuti. Il sistema operativo è invece Android 9 Pie, in una versione ottimizzata insieme a Google per supportare le peculiarità di questo dispositivo e sfruttarne al meglio le potenzialità.

In ultimo, ma non meno importante, la caratteristica che rende questo Huawei Mate X ancora più interessante. Parliamo del supporto alle reti 5G, grazie al modem proprietario Balong 5000, che promette una velocità di navigazione 10 volte maggiore rispetto agli standard attuali.

Huawei Mate X arriverà sul mercato a metà 2019 ma come prevedibile il prezzo non sarà accessibile per tutti. Il dispositivo costerà €2299.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: