Honor 10, pochi giorni ancora per la presentazione ufficiale in Europa

Ci siamo, entro poco, il 15 maggio,  conosceremo l’ultimo device della giovane Honor. Il modello in uscita ha una denominazione che raggiunge la numerazione dei “Grandi” nomi più blasonati, superando anche taluni. Una crescita numerica che nel caso specifico del Brand cinese equivale ad un costante  L’Honor 10 sarà un vero Top di Gamma. Cugino dell’ultimo Huawei P20 (del quale a breve proporremo un’ulteriore “prova su strada”). Cugino povero forse, ma con un Hardware di tutto rispetto. Non avrà specifiche fotografiche pari al Huawei, ma comunque  si farà apprezzare per il miglioramento di ogni comparto, rispetto al precedente ottimo Honor 9. Cambiano talune misure, secondo la tendenza in voga, più snello, ma leggermente più lungo. più facilmente utilizzabile con una mano, con bordi ridotti ai minimi termini. Quanto al Display abbiamo un  LCD IPS da 5.84 pollici di diagonale con risoluzione Full HD+ (2280 x 1080 pixel) e rapporto in 19:9. Le misure sono (149,6 × 71,2 × 7,7) mm per un peso complessivo di 153 gr. La scocca è simile a quella dell’Honor 9, corpo in alluminio con doppio sandwitch di vetro a protezione di retro, i colori sono sfumati ed originalissimi.

Il sistema operativo Android 8.1 Oreo con interfaccia EMUI 8.1, con un processore di ultima generazione, il HiSilicon Kirin 970 Octa-core, con  SoC octa-core fino a 2.36 MHz,  Ci saranno due versioni con RAM da  4 GB e Memoria da 64 GB oppure con RAM da  6 GB  128 GB di storage. Probabilmente non ci sarà la possibilità di espandere la memoria con la micro SD (anche questa sarebbe una grande novità), ma questa voce non è confermata, come la possibilità della doppia SIM o in alternativa l’eventuale  SIM + microSD).

Cambiata la posizione del lettore d’impronta, ora frontale e ad ultrasuoni (come il P20). C’è anche lo sblocco  tramite riconoscimento facciale “Face Unlock”. Anche questo dispositivo passa al sistema di connessione dati e ricarica  USB Type-C mantenendo il jack audio per gli auricolari.

La Batteria rispecchia quanto presentato dalla concorrenza con  un elemento integrato da 3400 mAh con ricarica rapida 5V 4.5A. Non manca il supporto alla tecnologia NFC.

Viene introdotta anche in questo dispositivo la cosidetta Mobile AI 2.0, la cosidetta intelligenza artificiale. Questa supporta molte delle funzioni del dispositivo e ha capacità di imparare. In buona sostanza: analisi dell’immagine, riconoscimento vocale e riconoscimento del testo, riconoscimento della scena, l’audio per la riduzione del rumore e la galleria per l’indicizzazione delle immagini. Il riconoscimento degli oggetti permette poi un fotoritocco automatizzato-ottimizzato. La A.I. è infatti qualcosa molto utile nel comparto fotografico. Questo prevede una  dual cam posteriore da 24+16MP con apertura f/1.8 ed autofocus Dual PDAF. Saranno presenti probabilmente molte delle funzioni già viste su Huawei, riviste e corrette. La camera frontale, singola, sarà invece da 24MP. Non ci sono le lenti Leica, ma le funzioni si avvicineranno molto al cugino maggiore.

Entro Aprile ne sapremo molto di più e il 15 maggio spero potervene parlare ancor meglio proponendovi una “prova su strada”…

Share

Commenti

commenti