Holidu: come nasce una startup di successo

Possiamo lanciare un nuovo paese in una settimana

Più dell’80% delle startup tedesche pensano di internazionalizzare, ma come ci si può aprire a nuovi mercati con successo? Quali sono le sfide per le startup che vogliono crescere rapidamente a livello internazionale? Quali sono gli ostacoli e le peculiarità a livello locale che devono essere presi in considerazione?

Step 1: garantisci la scalabilità fin dall’inizio

L’idea di Holidu è stata pensata dai fratelli Johannes e Michael Siebers, mentre cercavano una casa vacanza ideale per fare surf in Portogallo. Durante l’estenuante ricerca, hanno scoperto che uno stesso alloggio si poteva trovare su molti portali online, a prezzi completamente diversi. La prima idea è stata, quindi, di costruire un sito web per case adatte al surf in Portogallo, ma presto si sono resi conto che questo concetto poteva essere adattato con la giusta tecnologia a molti tipi di alloggi in tutto il mondo.

Per un motore di ricerca funzionante è fondamentale riconoscere le stesse offerte su diversi siti web e confrontare i prezzi. Nel mercato delle case vacanza non ci sono numeri di identificazione uniformi nel che rendono questo paragone facile, come per quanto riguarda il mercato delle compagnie aeree o degli alberghi, La svolta è arrivata con la tecnologia di riconoscimento delle immagini sviluppata da Michael, che consente di accoppiare milioni di case vacanza alla velocità della luce. Questa tecnologia ha permesso loro di accedere a una borsa di studio e ha aperto la strada a una successiva internazionalizzazione.

Step 2: Inizia dove sai come muoverti

Il motore di ricerca Holidu è stato fondato a Monaco di Baviera, di conseguenza, è naturale che il primo mercato in cui è approdato sia stato proprio la Germania. I tedeschi amano viaggiare e pernottare in casa vacanza, motivo per cui il mercato delle case vacanza in Germania è il terzo più grande al mondo. E’ stato, inoltre, facile per noi capire le preferenze e le abitudini del target nel nostro paese. L’acquisizione dei partner è più semplice nella lingua madre del mercato che viene trattato. Il vantaggio di “giocare in casa” può aiutare a ottenere rapidi successi all’inizio, con i quali si possono poi mostrare le proprie abilità nel corso di un’internazionalizzazione.

Step 3: pensa e agisci per tempo

A luglio 2014 era giunto il momento: il primo sito www.holidu.de era appena stato lanciato e nel mese di settembre eravamo riusciti a concludere il nostro primo finanziamento di avviamento. Holidu è stato poi presentato in vari media relativi a startup e i fondatori stavano già parlando della pianificazione di una internazionalizzazione. Sfortunatamente questo ha, però, portato collezionisti di siti web pieni di risorse a riservare tutti i domini possibili di Holidu, poche ore dopo la presentazione. Successivamente ci siamo dovuti preoccupare di riprenderli faticosamente e non sempre in maniera gratuita. La lezione che abbiamo imparato è stata non solo di pensare al futuro, ma anche di agire per tempo!

Step 4: crea il modello esatto per l’internazionalizzazione

Come motore di ricerca per case vacanza con offerte in tutto il mondo, per noi era chiaro che l’internazionalizzazione avrebbe portato a grandi economie di scala e conseguenze di rete. Tuttavia, era importante per noi preparare meticolosamente l’entrata nel primo mercato estero e sviluppare processi stabili per essere in grado di seguire questo stesso modello per ogni mercato.

Quando, ad esempio, abbiamo lanciato il primo dominio di lingua straniera, www.holidu.fr nell’ottobre 2015, abbiamo stabilito una soluzione software con cui il nostro sito web può essere adattato a varianti linguistiche diverse dalla lingua madre, senza la necessità di risorse per gli sviluppatori. Inoltre, abbiamo accuratamente documentato tutti i passaggi importanti, ad esempio per impostare le strategie di marketing, e cercato di automatizzare il più possibile.

È stato un vantaggio per noi realizzare la prima internazionalizzazione a stretto contatto nel team originario, ancora molto piccolo; siamo, infatti, riusciti a mettere a punto tutti gli approcci su base interdisciplinare. Successivamente, dopo questo progetto, i rispettivi country manager sono stati in grado di lanciare i nuovi mercati in una settimana, senza alcun problema.

Step 5: espandi rapidamente e investi dove ne vale la pena

Non appena abbiamo lanciato i primi paesi con cura e ottimi risultati, abbiamo ampliato lo stesso modello a 21 domini in breve tempo. Dato che ogni nuovo dominio richiedeva pochi sforzi, siamo stati in grado di raggiungere facilmente importanti risultati iniziali dal go-live alla nostra analisi di mercato, per determinare su quali mercati vale la pena investire. In Brasile, siamo stati il primo motore di ricerca attivo per case vacanza, essendo in grado di raggiungere una rapida crescita.

Step 6: adatta alle esigenze locali

Per i nostri mercati principali abbiamo creato in successione team di madrelingua che sono coinvolti nel marketing, nel servizio clienti e nell’acquisizione di partner. Abbiamo appreso che l’esperienza locale è l’unico modo per comprendere appieno i bisogni dei clienti, partire col piede giusto e costruire relazioni durature. Ogni mercato è diverso, per gli italiani, ad esempio, l’agriturismo è una delle forme di vacanza più popolari e per prima cosa abbiamo dovuto creare l’offerta appropriata, mettendoci in contatto con le agenzie locali. In Brasile la ricerca con lo smartphone è ancora più comune che in Germania, motivo per cui abbiamo reso disponibile la nostra app poco dopo il lancio. Lo stretto contatto con i mercati è anche importante per essere sempre aggiornati sulle diverse condizioni legali e per essere in grado di reagire rapidamente ad ogni eventualità, ad es. integrando i numeri di licenza in base alla legislazione sull’isola di Maiorca.

Autore: Simon von Hertzberg è Chief Operating Officer di Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, dal 2015. È responsabile delle risorse umane, del marketing in entrata e dell’internazionalizzazione. In precedenza, ha ricoperto varie posizioni presso Procter & Gamble.

 

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: