Google: riconoscimento dei volti per gli smartphone del futuro

Google_Movidius_riconoscimento_facciale

E’ da molti anni che gli investimenti destinati allo sviluppo di soluzioni legate all’intelligenza artificiale continuano ad essere al centro delle attenzioni dei principali colossi tecnologici sul mercato, per la creazione di strumenti e servizi innovativi in grado di semplificare e persino migliorare la vita delle persone.

Google è una delle società che ha da tempo iniziato a sfruttare l’intelligenza artificiale per integrare strumenti avanzati in diversi settori, e l’ultima novità che, in futuro, potrebbe portare alla produzione di smartphone ancora più utili, riguarda il riconoscimento facciale integrato direttamente nell’hardware e non più solo attraverso software dedicati.

Si tratta di informazioni, provenienti da fonti non confermate, riportate in questi giorni dal Wall Street Journal, secondo le quali Google avrebbe siglato un importante accordo con la start-up Movidius per l’integrazione, negli smartphone futuri, di alcuni chip in grado di offrire il riconoscimento di oggetti e volti in tempo reale, grazie alla tecnologia di machine learning creata dall’azienda.

Uno strumento del genere consentirebbe agli smartphone di non utilizzare applicazioni dedicate per il riconoscimento degli oggetti, ma sfruttare un processo interno per offrire funzioni avanzate come il riconoscimento dei volti per l’autenticazione o la traduzione di segnali, senza bisogno di connessione alla rete e con un livello maggiore di accuratezza.

Come noto, non sarebbe la prima volta che Google dimostra un interesse in tal senso. Basti pensare, ad esempio, alla piattaforma Google Foto, che sfrutta proprio il riconoscimento dei volti per trovare determinate foto e riconoscere le persone raffigurate, consigliando poi all’utente di condividere un determinato scatto con gli amici.

Riguardo alla questione, Google ha spiegato che l’intenzione è quella di offrire i benefici dell’intelligenza artificiale direttamente nei dispositivi personali degli utenti, mentre il boss di Movidius ha aggiunto che la collaborazione con il colosso di Mountain View, porterà alla produzione di dispositivi di nuova generazione che verranno commercializzati in un futuro non troppo distante.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: