Google lancia Spaces, nuovo social dedicato ai gruppi

Google_Spaces

Il colosso della Silicon Valley Google, che da qualche mese è diventato una controllata della holding Alphabet, è riuscita a crescere in maniera esponenziale nel corso del tempo, espandendo il proprio business dal celebre motore di ricerca omonimo a molti altri servizi e prodotti di grande successo che continuano a contribuire all’enorme espansione della società a livello globale.

Guardando ai social network, tuttavia, l’esperienza del colosso di Mountain View nel corso del tempo non è certo stata delle migliori, riuscendo solo con Google+ ad ottenere risultati positivi, ma non sufficienti a competere con una realtà del calibro di Facebook, avendo come problema principale una base di utenti che trascorre poco tempo sul social network ad ogni accesso e quasi la metà degli utenti registrati al social network che, secondo indiscrezioni degli anni passati, non risulterebbe attiva. E’ di questi giorni, tuttavia, l’annnuncio di un nuovo progetto che conferma la decisione di Google di tornare ancora una volta a puntare sull’elemento social con la nuova app Spaces.

La nuova applicazione Spaces si rivela quindi una vera e propria piattaforma social che, tuttavia, si differenzia completamente da realtà come Facebook, Twitter e Instagram. I messaggi, infatti, non verranno pubblicati sulla rete e visualizzabili da tutti, ma l’esperienza di questa nuova piattaforma si baserà sulla condivisione all’interno di gruppi.

Con Spaces, infatti, gli utenti potranno semplicemente creare dei gruppi e, attraverso email, social network e messaggi, invitare i propri amici per discutere di argomenti specifici, condividendo anche foto, video e contenuti di ogni genere legati allo stesso argomento. L’obiettivo è quello di creare luoghi all’interno dei quali sarà possibile discutere dello stesso argomento, senza creare confusione e mescolare discorsi diversi.

La particolarità di Spaces riguarda anche l’integrazione con tutti i principali servizi offerti dal colosso di Mountain View, tra cui YouTube e Google Search, in modo che articoli, link video e altri contenuti possano essere tranquillamente condivisi all’interno della stessa app senza bisogno di aprire altri software. Google Spaces debutterà come applicazione mobile per piattaforme Android e iOS ma in seguito sarà realizzata anche per desktop. In occasione dell’inizio di Google I/O 2016, la società avrà quindi modo di testarne il funzionamento, in attesa di scoprire se questo nuovo social dedicato ai gruppi sarà in grado di attirare l’attenzione del pubblico riuscendo dove i passati tentativi del colosso di Mountain View in questo sttore hanno ottenuto i risultati sperati.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: