Falla nelle chat di WhatsApp?

whatsapp

Nonostante le chat criptate, sembra che qualcosa in WhatsApp non vada per il verso giusto. A dirlo è Tobias Boelter, infatti, ricercatore dell’Università di Berkeley, in California, che avrebbe scoperto una falla nei sistemi di sicurezza del famoso sistema di messaggistica. Esisterebbe una porta segreta che permetterebbe a Facebook (proprietario di WhatsApp) o ad altri sistemi di intercettare e leggere le conversazioni.

L’allarme è scattato su The Guardian che lancia la notizia sulla falla di WhatsApp data proprio da come sia stato concepito il protocollo di crittografia. Così la backdoor sembra sia facilmente attivabile da agenzie governative ma anche dagli hacker mettendo così a rischio la privacy di chi si scambia i messaggi.

Eppure solo ad aprile scorso abbiamo avuto la notifica sul sistema di messaggistica del nuovo sistema di crittografia “end to end” mostrando un grande passo in avanti per WhatsApp. Sembrava quindi che utilizzando l’ultima release dell’applicazione per entrambe i due utenti della chat (o dei vari utenti nei gruppi) tutti i messaggi, come anche video e fotografie, venissero criptati di default.

Boelter ha segnalato la falla a Facebook proprio in concomitanza del lancio del nuovo sistema ad aprile scorso ma Zuckerberg avrebbe risposto di essere già a conoscenza della questione. Sta di fatto però che la falla sembra ancora aperta.

Da WhatsApp arriva però la smentita: “Tutto falso. The Guardian ha pubblicato un articolo questa mattina affermando che una scelta di design di WhatsApp, che impedisce alle persone di perdere milioni di messaggi, è una ‘backdoor’ che permette ai governi di forzare WhatsApp per decifrare le conversazioni. Questa affermazione è falsa. WhatsApp non fornisce ai governi una ‘backdoor’ nei suoi sistemi e avrebbe combattuto ogni richiesta del governo per la creazione di una ‘backdoor’. La scelta progettuale a cui fa riferimento l’articolo del Guardian impedisce a milioni di messaggi di essere persi, e WhatsApp offre notifiche di sicurezza che avvertono di potenziali rischi. WhatsApp ha pubblicato un ‘white paper’ tecnico sul design della sua crittografia, ed e’ stato trasparente in merito alle richieste ricevute dal governo, pubblicando i dati relativi a tali richieste all’interno del Facebook Government Requests Report“.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: