Facebook continua a credere nella realtà virtuale. Confermato Oculus Go e taglio di prezzo per Rift

Non è certo una novità il fatto che Facebook, attraverso il suo CEO e fondatore Mark Zuckerberg, abbia già da diversi anni dimostrato un forte interesse nei confronti di una tecnologia come la realtà virtuale, credendo talmente tanto nel futuro di questo settore da acquisire la società Oculus VR. Da quell’acquisizione importante, Facebook ha continuato a destinare imponenti risorse nello sviluppo di questa tecnologia portando sul mercato il visore Oculus Rift che, nonostante le potenzialità, ha registrato numeri inferiori alle aspettative, complice un prezzo tutt’altro che irrisorio.

Il colosso della comunicazione social, tuttavia, non ha certo smesso di credere in questa tecnologia dalle enormi opportunità nell’ambito dell’intrattenimento e non solo. Ed è per questo che, in occasione della conferenza Oculus Connect, sono arrivati una serie di annunci che dimostrano l’importanza che la VR continua ad avere per i piani futuri di Facebook, partendo dal nuovo Oculus Go fino al nuovo price-cut del già noto Oculus Rift.

Del resto, durante la conferenza, Mark Zuckerberg in persona è stato piuttosto chiaro. L’obiettivo della società è quello di portare la realtà virtuale ad 1 miliardo di utenti, un numero impressionante se consideriamo che attualmente i visori sul mercato sono ben lontani dal raggiungere questo traguardo.

Facebook, tuttavia, vuole crederci e per questo ha deciso di sfornare un nuovo visore che si posizioni esattamente tra l’accessibile Gear VR e il performante Oculus Rift. Il nuovo prodotto presentato in occasione della conferenza si chiama Oculus Go ed è un visore per la realtà virtuale che non deve essere collegato ad un PC o uno smartphone per funzionare, mantenendosi autonomo.

Oculus Go è dotato di due lenti LCD con risoluzione WQHD (2560×1440 pixels), l’integrazione dell’audio spaziale e la possibilità di usare delle cuffie esterne grazie al jack da 3.5mm. Stando alle voci di corridoio, il dispositivo dovrebbe essere alimentato da un Qualcomm Snapdragon 821, ma è un’informazione ancora da verificare. I primi kit verranno distribuiti agli sviluppatori da novembre, mentre il lancio commerciale avverrà nel 2018 al prezzo di $199.

Considerato il prezzo piuttosto accessibile, è chiaro che l’intento di Facebook è quello di avvicinare la realtà virtuale ad un pubblico ancora più grande, attirando un numero sempre più ampio di consumatori. In linea con questa strategia anche un altro annuncio importante che segnerà un nuovo taglio di prezzo per Oculus Rift. A breve il prezzo, in Europa, scenderà a €449, e oltre al visore sarà offerto anche il controller e sette giochi in digitale. Una mossa che nei prossimi mesi potrebbe spingere le vendite del dispositivo.

Durante Oculus Connect si è parlato anche del futuro della realtà virtuale, con particolare riferimento al nuovo prototipo di Santa Cruz, che potrebbe essere definito come l’evoluzione di Rift, partendo da un design simile ma con importanti novità. A partire dai sensori di movimento integrati, che renderanno più intuitivo il riconoscimento del corpo e dei movimenti e un processore più potente. Anche quest’altro prodotto, non arriverà sul mercato consumer prima del 2018.

Commenti

commenti