Arriva Duo… il nuovo sistema di videochiamate a due di Google

Google_Duo
Arrivata l’estate a pieno ritmo e arriva anche una novità in casa Google. Si chiama Duo ed è il nuovo servizio di videochiamate che darà del filo da torcere a Skype, Facebook e FaceTime, per Andoid e iOS. Intanto si hanno le prime anticipazioni di Google Duo della versione Beta. Al momento Duo è solo per le videochiamate one-to-one e non per quelle di gruppo, riservato all’inizio ai device mobili. C’è anche una aggiunta. Visto che spesso molte persone rifiutano le videochiamate per il pudore di non poter rispondere in qualsiasi momento della giornata, Duo si affida a Toc Toc (Knock Knock), una funzione che permettere di vedere in anteprima chi c’è al di là dello schermo per decidere se rispondere o meno, e accettare così la chiamata solo in un secondo momento.
Come funziona? All’avvio basta scegliere un contatto della rubrica che compare a lista completa per avviare la videochiamata, rimanendo in attesa per vedere se la persona accetta o meno la chiacchierata video insieme. Se la chiamata poi partirà ci saranno due possibilità di azione durante la chiamata: il mute per chiudere il microfono e il tasto per ruotare la videocamera.
Il tutto avviene velocemente e appena si risponde la videochiamata è in corso in streaming. Un altro punto a favore di Google è la stabilità. Se infatti, la qualità di una videochiamata dipende anche dalla connessione e dal tipo di dispositivo utilizzato, in questo caso i primi test sono stati ampiamente superati.
Come dichiara Google stesso: “Per le chiamate video in movimento, Duo passerà da Wi-Fi e rete dati automaticamente senza far cadere la linea. Potrete cominciare la chiamata a casa e continuare anche quando vi chiudete la porta alle spalle e uscite”. Inoltre “la qualità delle chiamate si adatta al mutare delle condizioni della rete per garantire sempre la connessione: quando la larghezza di banda è limitata”.
Visivamente parlando si ha la videochiamata a tutto schermo. Per finire la sicurezza, garantita poiché le chiamate sono criptate end-to-end.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: