APPLE sta studiando il “Dopo-I-Phone” e i nuovi sviluppi

Anche le Società devono guardare costantemente avanti, progettare, cambiare. Quando poi si parla di APPLE il discorso si fa molto più ampio. Ci sono intere strutture all’interno dell’organizzazione che si occupano di cercare soluzioni, trovare novità, interessi e nuovi margini per un possibile successo. Gli Analisti fanno indagini per capire dove sta andando il mercato e verso quali prodotti si rivolgerebbe la clientela. Lo stesso Management viene modificato, spostato o sostituito, in vista di possibili cambiamenti nella produzione. Ciò che è valso quale successo ad oggi, potrebbe non garantire più un flusso tale da conservarne la produzione e un esclusivo investimento. L’iPhone è stato per la APPLE un successo planetario, come poche altri prodotti tecnologici di massa possono rivendicare. Mi viene da pensare alla televisione, al frigorifero, lavatrice, oggetti di uso quotidiano che diamo tutti per scontato nelle abitazioni. l’iPhone è stato il primo “telefono” non telefono. Uno strumento mobile capace di fare diverse attività, nell’ambito della comunicazione, impensabili prima del suo arrivo.

Apple ha “inventato” lo smartphone, così come lo intendiamo oggi. E’ innegabile che l’intuizione di un apparecchio multifunzione e gestibile come un piccolo pc è nata dalle parti di Cupertino. Si è trattato sempre di un prodotto d’eccellenza e riservato a chi cercava qualcosa di ben definito, con specifiche tecniche importanti e comode nell’ambito lavorativo. Poi è scoppiata la moda da i-Phone ed è nato il fenomeno sociale e di costume che ha riguardato un’intera generazione, più tutti i giovani (facoltosi) consumatori, e gli adulti, sbalzati verso il futuro. Oggi tale fenomeno è in leggero calo per la diffusione dei prodotti concorrenti Android, che ne hanno raggiunto il livello qualitativo ed operativo, ma a costi inferiori, ma anche  per la saturazione del mercato. Per reggere il confronto bisogna pensare in grande e guardare oltre le aspettative odierne. Apple vuole tornare ad essere il riferimento tecnologico come è stata con l’i-Phone 3g,  Si pensa a qualcosa di straordinario, mai visto e che cambierà (nuovamente) il modo di intendere questi apparecchi. Quando sarà tutti gli altri dovranno tornare ad inseguire  l’Eccellenza.

Oggi abbiamo dei device che ancora rappresentano, se non il riferimento del settore, un modo di intenderlo secondo degli schemi personali e molto evoluti.  Si sa che MAC ed Apple sono differenti da tutti gli altri con Onori ed Oneri. Non c’è margine per agire e modificare tali paletti e se piacciono si diventa “discepoli” di un’interpretazione e di un’interfaccia d’eccellenza e unica.

iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR e in generale sugli iPhone 2018… ma oggi parliamo del…

L‘iPhone 9 o anche la nuova Serie X, se da una parte hanno fatto gridare allo scandalo (tra i puristi) dall’altro hanno avvicinato maggiore clientela e consensi tra i consumatori. Apple è scesa a compromessi ampliando gli schermi fino a 6 pollici e anche però introducendo lo schermo ampio e senza margini – che poi tutti hanno nuovamente imitato. Nel 2019  Largan che  fornisce ad Apple le lenti per l’ iPhone, malgrado la contrattura del mercato, ha fatto nuovi investimenti e ha ampliato gli impianti di produzione, segno che le due società ci credono! I piani di Cupertino di lanciare un modello top di iPhone 2019 con tre fotocamere, accompagnato da altri due modelli con doppia camera, previsti sia per l’erede di iPhone XS che per il successore di iPhone XR si manifesterà a breve, ma non è finita qui. Il Processore sarà il processore “Apple A13“.

APPLE non è solo iPhone. Altro settore di  grande importanza, sono i Macintosh, i MAC. Questi straordinari terminali sono diventati il riferimento operativo di molti settori produttivi. Non si può pensare di eseguire applicazioni se non con software studiati e utilizzabili esclusivamente con questi inattaccabili/stabili/veloci computer. Anche loro, prima dei device mobili hanno introdotto un modo di pensare e lavorare diverso da Windows con logiche e comandi personali, unici, difformi dagli altri, ma è stato comunque uno dei successi. Distinguersi eccellendo tecnicamente, graficamente e proponendo macchine che sfruttavano per la prima volta la rete per contenere i dati, Il Cloud. Anche per i MAC o si amano o si odiano. Oggi, dopo la presentazione delle nuove serie dei notebook e computer fissi (termini impropri, ma per capirci), gli AIR e gli iMAC,  si aspetta l’ultimo aggiornamento del sistema operativo l’iOS 12.2, un altro gradino nella crescita e sviluppo dei nuovi progetti APPLE.

C’è l’iPAD, il tablet di casa APPLE, esce nella nuova versione 2019. Completamente nuovo, rivisto in ogni dettaglio e con prestazioni superiori. Di questo modello ne usciranno diverse varianti, sia per quanto concerne le misure (Mini) e la capacità della memoria integrata, sia per quanto concerne la presenza di modulo cellulare, o meno. Variano il rapporto delle misure e una diversa diagonale. Molto probabilmente non ci sarà il tasto Home e le cornici. Il “vecchio” design dovrebbe invece rimanere per una versione economica, ma anche – pare confermato – per il nuovo Mini da 7.9 pollici. Le novità tecniche ci parlano invece di nuovo processore e nuova memoria. Saranno introdotte le nuove prese Type-C (altro compromesso Apple) e la Apple Pencil, ma solo sulle versioni TOP. Cambierà anche la capacità multimediale e ci saranno nuove fotocamere, per una maggiore qualità.

A Marzo 2019 verranno presentati anche i nuovi  AirPods 2 (o come si chiameranno…), cioè le cuffie stereo senza fili   e l’Airpower per la ricarica wireless di tutti i nuovi dispositivi.

Ultimo, ma molto interessante è l’Apple Watch: il nuovo Apple Watch 4 e Apple Watch Series 4 (nuove misure 40 mm e 44 mm). Nel precedente Apple Watch le misure erano 38 mm e 42 mm.  Più grande, ma non si nota. Un vero tutto schermo senza cornici e bordi arrotondati e con un’ulteriore riduzione dello spessore. Uno sviluppo ha interessato anche i materiali utilizzati per la cassa: Acciaio e Alluminio

  • Alluminio GPS da 42 e 44mm, color nero, argento e oro
  • Acciaio GPS da 42 e 44mm, color nero, argento e oro
  • Alluminio LTE da 42 e 44mm, color nero, argento e oro
  • Acciaio LTE da 42 e 44mm, color nero, argento e oro

Di questo modello ci sono ulteriori due varianti o personalizzazioni che riguardano il  “Apple Watch Nike +“, in Alluminio con colori specifici e un’App specifica per le attività sportive Nike+. e l”Apple Watch Hermes“, in acciaio e con speciali bracciali disegnati dalla firma di moda parigina. Anche qui c’è una faccia esclusiva disegnata da Apple sullo stile caratteristico di Hermès.

Oltre allo schermo che passa da 44mm rispetto ai precedenti 42, e il display senza bordi, che è anche più chiaro e leggibile grazie al Retina OLED LTPO. Cambia il processore Apple S4 SiP che passa a 64 bit – dual core , con una velocità di risposta 3 volte superiore e  grazie al sistema operativo watchOS 5 cambiano molte delle funzionalità, implementate per velocità e rilievo dei dati. Nuovo anche  l’ accelerometro, sensore per l’ECG e un sistema di rilievo di cadute accidentali (con chiamata d’emergenza).

Caratteristiche Series 4 – modello GPS: Cassa in alluminio color argento; GPS, GLONASS, Galileo e QZSS integrati; Processore S4 dual‑core a 64 bit; Chip wireless Apple W3; Altimetro barometrico; Capacità 16GB; Cardiofrequenzimetro ottico/elettrico; Nuovo accelerometro e giroscopio; Sensore di luce ambientale; Display Retina OLED LTPO con Force Touch (1000 nit); Digital Crown con feedback aptico; Altoparlante più potente; Vetro Ion‑X rinforzato; Fondo in ceramica e cristallo di zaffiro; Wi-Fi (802.11b/g/n a 2,4GHz); Bluetooth 5.0; Batteria ricaricabile integrata agli ioni di litio; Fino a 18 ore di autonomia; Resistente all’acqua fino a 50 metri; watchOS 5.

Insomma tanta roba in pentola e tanta ne arriverà, soprattutto quel qualcosa di cui ancora non si parla, molto performante e con un uso non limitante come ciò che attualmente conosciamo…..aspettare per credere.

 

Share

Commenti

commenti