Apple: rallentano le vendite di iPhone, ma arriva comunque il terzo trimestre migliore di sempre

 

I principali produttori di smartphone stanno affrontando una situazione del mercato piuttosto complessa, legata soprattutto ad una saturazione del mercato che sta contribuendo a rallentare le vendite di quasi tutti i principali colossi del settore. La situazione riguarda Apple che, nonostante continui a fare i conti con vendite dei suoi iPhone in leggera diminuzione, non sembra risentirne in termini di fatturato, anche grazie all’aumento del prezzo medio dei suoi melafonini e alla crescita continua in altri settori.

Non c’è da stupirsi, quindi, se nell’ultima conferenza per condividere con gli azionisti i risultati finanziari del terzo trimestre 2018, Apple sia riuscita a confermare una trimestrale molto positiva, con fatturato e profitti in crescita che permettono al colosso guidato da Tim Cook di confermare questo come il miglior terzo trimestre nella storia dell’azienda di Cupertino.

In questi giorni le stime di IDC hanno confermato il sorpasso di Huawei su Apple come secondo produttore di smartphone (per unità distribuite nel mondo) nell’ultimo trimestre, ma nonostante questo il colosso di Cupertino ha riportato performance molto positive negli ultimi tre mesi.

Nel corso del terzo trimestre 2018, Apple ha riportato un fatturato in aumento del 17% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso con 53.3 miliardi di dollari e profitti in aumento del 32% a 11.5 miliardi di dollari. In entrambi i casi le aspettative degli analisti sono state superate. A trainare i conti record ancora una volta sono gli iPhone, il prodotto di maggior successo dell’azienda, con 41.3 milioni di unità vendute. In questo caso, tuttavia, nonostante l’aumento dell’1% rispetto all’anno scorso, le vendite sono state inferiori rispetto alle previsioni. In ogni caso gli iPhone, da soli, hanno fatturato quasi 30 miliardi di dollari, grazie all’aumento del prezzo medio il cui merito è da attribuire al modello iPhone X con prezzo di partenza a 999 dollari.

Gli iPad hanno venduto 11.5 milioni di unità con un fatturato in calo, mentre sono stati 3.74 milioni i Mac venduti nel trimestre. Diversa la situazione degli altri prodotti, tra cui Apple Watch, iPod, AirPods, Apple TV e altri accessori, che hanno visto crescere il fatturato del 37% a 3.74 miliardi.

Molto positivo anche il segmento dei servizi che comprende Apple Pay, Apple Music, App Store e servizi Cloud che ha registrato una ulteriore crescita fatturando da solo 9.5 miliardi di dollari nel trimestre. Qualche esempio è riscontrabile nel successo di Apple Music che ha ormai superato i 50 milioni di abbonati, in oltre 1 miliardo di transazioni effettuate con Apple Pay e nelle performance di App Store, che continua a crescere incrementando i profitti generati dalle app e servizi venduti attraverso la piattaforma.

Per il prossimo trimestre, l’ultimo del 2018, Apple prevede risultati ancora positivi con un fatturato che dovrebbe superare i 60 miliardi di dollari complice la nuova generazione di iPhone. Risultati che contribuiscono a far crescere il valore di Apple, che si avvicina sempre più ad una capitalizzazione di 1000 miliardi di dollari in borsa. Del resto in quest’ultimo anno, le azioni Apple hanno visto aumentare il loro valore del 25%.

Share

Commenti

commenti