Addio a Ray Tomlinson, inventore della posta elettronica

Ray_Tomlinson_inventore_email

E’ stato nei primi anni del 2000 che i social network, e in seguito le applicazioni di messaggistica istantanea, hanno letteralmente rivoluzionato il modo in cui le persone comunicano e condividono contenuti con parenti, amici e conoscenti in tutto il mondo, novità che hanno visto la luce esclusivamente perchè internet e il mondo del web esiste e consente ogni giorno a centinaia di milioni di persone di comunicare in maniera facile e veloce.

Se si guarda a qualche decennio precedente, ancora prima che il World Wide Web per come lo conosciamo venisse alla luce, si può tuttavia assistere alla nascita della posta elettronica, una novità ideata negli anni ’70. Ed è proprio l’inventore di questa vera e propria rivoluzione tecnologica, Ray Tomlinson, che è scomparso proprio in questi giorni all’età di 74 anni.

Raymond Samuel Tomlinson è stato un programmatore statunitense che, nel 1963, è entrato all’università del MIT specializzandosi in Ingegneria Elettronica e riuscendo, in seguito, a lavorare presso la Bolt Beranek and Newman. Nel 1971 la società stava impiegando i suoi ingegneri in una serie di sperimentazioni legate ad ARPANET, il sistema ideato dal Pentagono per collegare diversi computer ad un’unica rete, un progetto che ancora oggi viene considerato il precursore del World Wide Web che avrebbe fatto il suo debutto qualche tempo dopo.

E’ proprio in quell’anno che Tomlinson riesce a sviluppare l’idea della posta elettronica, un progetto pensato per facilitare la comunicazione tra università, permettendo finalmente di inviare messaggi tra computer collegati ad uno stesso server.

Il programmatore riuscì in questo modo a creare la posta elettronica, dividendo il nome utente e il nome della macchina utilizzata con il simbolo della @, un principio presente ancora oggi e che divide il nome scelto dall’utente dal servizio di posta preferito, e cambiando radicalmente il modo in cui le persone comunicano online per le questioni più disparate, che si tratti di lavoro o vita privata, portando oggi ad oltre 4 miliardi di indirizzi email attivi e oltre 205 miliardi di email scambiate quotidianamente, e suddivise tra messaggi inviati per questioni lavorative o legati alla sfera privata. Numeri che evidenziano, una volta per tutte, quanto l’ideazione della posta elettronica sia riuscita ad entrare nella vita di tante persone in ogni parte del mondo.

Per la sua invenzione che ha contribuito a rivoluzionare la comunicazione tra gli utenti online, Ray Tomlinson nel 2012 è anche stato inserito nella Internet Hall of Fame, insieme ad altri importanti pionieri di internet del calibro di Tim Bernes-Lee, Vint Cerf e molti altri.

Share

Commenti

commenti