La strada più facile

Spesso nel Calcio leggiamo di storie romantiche, di imprese, di giocatori sconosciuti che all’improvviso esplodono e diventano campioni…altre volte le storie legate al pallone sono più sobrie, a volte banali, altre tristi e scontate. Per carità ci sono anche quelle perché, in fondo fanno parte della vita.

Io definirei la vicenda Destro-Roma-Milan una di queste vicende, cioè un affaire calcistico molto scontato, decisamente monotono e che, sotto sotto, non accontenta nessuno. Un giocatore individuato come centravanti del futuro solo qualche anno fa, quando nella stagione 2011/2012 si affermava come gran realizzatore nel piccolo Siena ancora galleggiante in Serie A, si ritrova oggi a non aver convinto la squadra che aveva creduto in lui e lo aveva acquistato nell’estate successiva e a non aver nemmeno totalmente persuaso il Milan sul suo effettivo valore, tanto che l’ad rossonero Galliani ha proposto all’attaccante (dopo un altro “tristissimo” blitz alla Oronzo Canà nella giornata di ieri presso l’abitazione del giocatore, decisamente al di fuori dello stile Milan) un prestito con diritto di riscatto. Non l’obbligo quindi, evidente segnale che il Diavolo ancora non si fida delle reali potenzialità della punta ascolana. Il tutto condito da un’altra banale scelta di prendersi una notte di tempo per pensarci (come se avesse scelta e non puntasse proprio ad andare via) da parte del giocatore, con la ciliegina finale dell’ ad che si reca alla stazione centrale di Milano, oggi pomeriggio, per prelevare il ragazzo….ma un aereo costava troppo?

Il Milan che portava in Italia campioni del calibro di Van Basten, Gullit, Rijkaard, Savicevic, Boban, Shevchenko, Kakà, Beckam, Rivaldo e Ronaldinho oggi va alla stazione a prendere Destro. Come direbbe Nanni Moretti in un suo capolavoro cinematografico: “……continuiamo così, facciamoci del male.”

Anche la Roma, unitamente agli altri protagonisti di questo passaggio, non ne esce in maniera propriamente vincente. Non è riuscita a fare decollare il giovane, anche per una serie di infortuni molto sfortunata; molto probabilmente si ritroverà lo stesso a fine stagione di nuovo in casa e (forse) da ripiazzare; al momento è ancora senza centravanti, ma per questo i tifosi giallorossi si affidano si a un vero fuoriclasse che annoverano nella loro compagine: Walter Sabatini.

Per il momento sembra proprio che ognuno voglia intraprendere….la strada più facile!

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: