Guida alle squadre di Serie A. Analisi della rosa dell’Atalanta

Dopo una partenza un po’ sottotono, la vittoria casalinga per 4-1 contro l’Inter (la quarta consecutiva in campionato dopo il 5-1 al Chievo, il 3-0 al Parma e la vittoria per 2-1 sul campo del Bologna) ha mostrato a tutti che l’Atalanta di Gasperini è tornata. E si trova all’ottavo posto, ad un solo punto dalla zona Europa League, chiusa al sesto posto da Roma e Sassuolo a pari punti (19). E proprio i bergamaschi saranno la decima squadra che andremo ad analizzare nella nostra Guida alla Serie A.

Titolare tra i pali è ancora una volta l’albanese Etrit Berisha, che però non si sta confermando ai livelli delle scorse stagioni con la maglia della Dea: c’è Gollini, il suo vice, che sta scalpitando per una maglia da titolare. Il terzo portiere è invece ancora il classe ’91 Francesco Rossi. Gasperini è sempre fedele alla difesa a tre: non è un caso che i nerazzurri possono vantare diverse alternative nel ruolo di difensori centrali. Dai veterani Masiello, Palomino e Toloi alle rivelazioni Mancini e Djimsiti, a segno contro l’Inter, passando per le giovani alternative Bettella e Varnier, quest’ultimo infortunato al crociato (rientro previsto a gennaio). Sulla destra si dividono una maglia da titolare Hateboer e Castagne, con l’olandese che sta fornendo un rendimento nettamente superiore (e parte pertanto in vantaggio). Gosens confermato titolare sulla fascia sinistra, con Ali Adnan e il polacco Reca a fargli da preziosissime alternative, anche se l’iraniano sta deludendo le aspettative (era arrivato a Bergamo come potenziale titolare).

Abbondanza anche a centrocampo: confermata ancora una volta la coppia titolare composta da De Roon e Freuler, con un Pasalic di esperienza internazionale che con loro si alterna il posto (e che può giocare anche da trequartista). Stanno trovando poco spazio i due giovani Pessina e Valzania: entrambi necessitano di un prestito per crescere. Sulla trequarti il titolare è sempre Josip Ilicic, fondamentale in fase di inserimento (e i suoi 3 gol in 8 partite lo dimostrano), con il già citato Pasalic a fargli da riserva. Infine, capitolo attacco. Nel ruolo di seconda punta intoccabile il Papu Gomez, ormai capitano della squadra e idolo dei tifosi bergamaschi (4 gol finora in stagione per lui), con un Emiliano Rigoni che come sua riserva non sta per niente deludendo (3 gol segnati in 6 partite, di cui due all’Olimpico contro la Roma alla seconda giornata). Ma a differenza delle seconde punte, i centravanti stanno faticando molto: Duvan Zapata è sì utile a livello di squadra perché è il classico attaccante che non gioca solo per sé ma anche per i compagni (ottimo in fase di pressing), ma per ora ha segnato una sola rete in 12 partite, mentre i giovani Tumminello e Barrow sono ancora a secco.

Share

Commenti

commenti