Calcio, larghe vittorie per Juve e Roma in Champions League contro Young Boys e Viktoria Plzen

Serata da applausi per le italiane in Champions League. Nel pomeriggio la Juventus, priva dello squalificato Cristiano Ronaldo, sconfigge gli svizzeri dello Young Boys per 3-0. Mattatore del match l’argentino Paulo Dybala, autore di una tripletta. Tripletta anche per Edin Dzeko, trascinatore della Roma nella vittoria casalinga dei giallorossi sul Viktoria Plzen con un travolgente 5-0. In gol anche i due giovani esterni Cengiz Under e Justin Kluivert (con quest’ultimo che dedica la rete personale all’amico ed ex compagno di squadra Abdelhak Nouri, risvegliatosi da un coma). I bianconeri sono primi nel loro girone con 6 punti, seguiti dal Manchester United a quota 4: i Red Devils si fermano allo 0-0 contro il Valencia, terzo nel girone con un solo punto. Ancora ultimo a zero punti lo Young Boys, con zero gol fatti e sei subiti. Quanto al Girone G (quello della Roma), esso vede a sorpresa in testa il CSKA Mosca che sconfigge i Campioni d’Europa del Real Madrid per 1-0: decide il match dopo soli due minuti Vlasic. Le merengues sono ora seconde a pari punti (3) con la Roma e per ora avvantaggiate negli scontri diretti, mentre il Viktoria Plzen è ultimo ad un punto.

Si sono disputate quest’oggi anche le gare valide per il Girone E e il Girone F della Champions League 2018-19: per il Girone E, in testa a pari punti (entrambe a quota 4) Ajax e Bayern Monaco, che si sono affrontate all’Allianz Arena pareggiando per 1-1 (vantaggio Bayern con Hummels e pareggio dell’Ajax dopo diciotto minuti con il jolly classe ’97 Mazraoui). Terzo il Benfica (3 punti) che vince in casa dell’AEK Atene (ultimo a zero punti) dopo essere stato rimontato dai greci di due reti. I portoghesi passano in doppio vantaggio nei primi 15 minuti con Seferovic ed Alex Grimaldo, poi rimonta AEK nella seconda frazione di gioco con una doppietta dell’attaccante Klonaridis (greci che approfittano dell’inferiorità numerica dei portoghesi per l’espulsione a fine primo tempo di Ruben Dias) e al 74° gol-vittoria per il Benfica di Alfa Semedo. Infine, primo in solitaria nel Girone G il Lione, che pareggia contro lo Shakhtar Donetsk in rimonta: dopo l’iniziale svantaggio per 2-0, firmato per due volte da Junior Moraes, i francesi recuperano in due minuti con Dembelé e Dubois. Secondo è invece il Manchester City che riscatta la sconfitta casalinga proprio contro il Lione sconfiggendo in casa sua l’Hoffenheim a tre minuti dal fischio finale: decide Silva all’87° minuto. A segno anche Aguero, che risponde al vantaggio lampo dell’Hoffenheim che porta la firma di una vecchia conoscenza del calcio italiano, ossia l’ex Inter e Parma Ishak Belfodil.

 

Domani scenderanno in campo le altre due italiane in Champions League: alle 21 l’Inter sarà impegnata in Olanda, dove affronterà il PSV Eindhoven, mentre al San Paolo andrà in scena il big match tra il Napoli e il Liverpool, avversario che Ancelotti conosce bene in quanto, da allenatore del Milan, contro di esso ha disputato due finali di Champions League (una persa e una vinta).

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: