Serie A, il punto sul calciomercato: Cristiano Ronaldo e non solo

Negli scorsi giorni la Juventus ha ufficializzato quello che è considerato da molti il “colpo di mercato del secolo”: i bianconeri hanno infatti acquistato quello che a detta di molti è il miglior calciatore al mondo, ossia Cristiano Ronaldo. Il portoghese firmerà un contratto di 4 anni ed è stato pagato 112 milioni di euro, di cui 100 al Real Madrid e gli altri 12 destinati al contributo di solidarietà previsto dal regolamento Uefa. CR7 sarà presentato alla stampa e ai tifosi per la sua prima apparizione pubblica con la maglia della Juventus lunedì 16 luglio. Non è però il primo acquisto dei bianconeri in questa sessione di mercato: sono arrivati alla corte di Max Allegri anche Mattia Perin dal Genoa, considerato dalla dirigenza l’erede di Gigi Buffon (passato al Paris Saint-Germain), il centrocampista Emre Can (arrivato dal Liverpool) e il terzino portoghese Joao Cancelo, arrivato dal Valencia dopo un anno in prestito all’Inter che non lo ha riscattato.

Inter che, confermato Spalletti in panchina, vuole migliorare il quarto posto della stagione terminata due mesi fa, e lo dimostrano acquisti di spessore come Kwadwo Asamoah (vincitore di sei scudetti con la Juventus, di cui alcuni da titolarissimo), Matteo Politano (ala del Sassuolo strappata alla concorrenza dei bianconeri e del Napoli), Stefan De Vrij (centrale difensivo arrivato a parametro zero dalla Lazio di cui è stato per quattro anni il perno difensivo) e Radja Nainggolan (centrocampista arrivato dalla Roma di cui ha vestito per cinque stagioni la maglia diventandone un elemento chiave nonché idolo della tifoseria). Se la Roma perde Nainggolan, il belga viene sostituito da due ottimi giocatori come Bryan Cristante (arrivato dall’Atalanta), molto simile al Ninja come caratteristiche tra cui anche il vizio del gol (ne ha segnati 12 tra campionato ed Europa League nell’ultima stagione), e il “Flaco” Javier Pastore dal Paris Saint-Germain, dove ha vinto cinque campionati francesi, che può giocare sia da mezz’ala che da trequartista in caso di cambio di modulo al 4-2-3-1. In giallorosso è arrivato anche l’esterno sinistro d’attacco Justin Kluivert, figlio di Patrick, dall’Ajax.

 

Il nuovo Napoli di Ancelotti sta per perdere un importante tassello come il regista Jorginho, che piace molto al Chelsea che sta trattando proprio l’ex tecnico azzurro Sarri in sostituzione di Conte, ma si rinforza con gli acquisti di Simone Verdi, stella del Bologna e della Nazionale, e del centrocampista spagnolo Fabian Ruiz, arrivato dal Betis Siviglia, squadra che ha ceduto un altro suo gioiello ad un’altra big italiana, ossia la Lazio: parliamo del terzino danese Riza Durmisi. I biancocelesti hanno, oltre a De Vrij, ceduto anche Felipe Anderson al West Ham e acquistato Francesco Acerbi dal Sassuolo e Valon Berisha dal Salisburgo per rinforzare il centrocampo. Il Milan, in attesa del responso del TAS per la partecipazione o meno alla prossima edizione dell’Europa League e che ha ufficializzato l’inizio dell’era Elliott, ha già ufficializzato per la porta l’ex Napoli Pepe Reina (sostituito in Campania dal duo di portieri arrivato dall’Udinese Karnezis-Meret) e il terzino sinistro Strinic arrivato dalla Sampdoria. Infine, finora stanno facendo un ottimo mercato il Genoa (spiccano su tutti gli acquisti di Marchetti dalla Lazio e di Criscito dallo Zenit), la Fiorentina (che ha acquistato come portiere titolare Lafont del Tolosa, uno dei migliori portieri dell’ultima edizione del campionato francese), l’Atalanta (è notizia di ieri l’acquisto del bomber della Sampdoria Duvan Zapata) e, tra le neopromosse, il Frosinone (che sta allestendo una squadra in grado di puntare a una tranquilla salvezza con nomi come Sportiello, Crisetig e Molinaro).

 

Share

Commenti

commenti