Una manovra che salva la vita: BLS-D Disostruzione e Rianimazione

marco8Ho conosciuto il  dott. Marco Squicciarini quando la scuola materna dove andava mia figlia organizzò in un pomeriggio di primavera un incontro con gli operatori istruttori del BLS-D. Ci illustrarono tutte le possibili cause e le successive manovre da poter effettuare in caso di soffocamento per adulti e bambini.

La struttura creata da Marco Squicciarini è di prim’ordine. Tutto nacque da una sua personale esigenza, quando alcuni anni fa svolgeva attività di volontario presso la Croce Rossa Italiana. Da uno spunto e dall’aggregazione delle persone che ne hanno compreso l’importanza è nato quello che adesso è una vera e propria Accademia per l’addestramento di chi capisce l’importanza di saper agire velocemente e senza esitazioni in particolari situazioni, per salvare vite umane. Le manovre di disostruzione valgono per tutto ciò che una persona adulta, ma sopratutto un bambino, potrebbe accidentalmente ingerire nel mangiare, o anche nel giocare.

Le dinamiche sono molteplici, dalle monetine alle batterie, ai giochi piccoli, ai tappi dei pennarelli, fino al cibo con pezzi di carne tagliati troppo grandi, wurstel, pomodori, uva, olive che si bloccano nel cavo orale e impediscono di respirare.

In quel primo incontro in cui lo conobbi rimasi molto turbato. Ovviamente come genitore mi sentii coinvolto per ciò che sarebbe potuto accadere ai miei figli, ma anche per l’idea di non saper cosa fare qualora mi fossi trovato nell’eventualità di dover intervenire. Pensai al mondo del lavoro, agli uffici pubblici e alle aree di aggregazione, ai ristoranti. Tutti dovrebbero sapere cosa fare in determinate situazioni.  I genitori, i nonni, gli insegnanti nelle scuole, i dipendenti nei ristoratori, ognuno dovrebbe avere tali capacità. Mi ero talmente  immedesimato che ormai dovevo diventarne capace. Fu così che grazie a Marco Squicciarini abbiamo potuto, noi della Ragnatela Editore, partecipare al corso per Operatore BLS-D. Diciamo che è l’introduzione a questo mondo.

Nella giornata che mi ha poi permesso di diventarne parte potenzialmente attiva, abbiamo visto filmati e situazioni impressionanti. Storie brutte, ma che avrebbero potuto avere un finale differente, e storie belle, anche tra adolescenti. (In tal senso, fossi all’Istruzione, obbligherei una giornata all’anno nelle scuole medie e superiori per imparare queste tecniche). Abbiamo affrontato la tematica inerente la disostruzione e le varie manovre da effettuare per fare espellere ciò che impedisce la respirazione, ovviamente le manovre di Heimlich, in tutte le sue varianti, anche la auto-manovra nel caso ci si trovasse soli.

Una compressione prodotta alla base dello sterno da un soccorritore, ad una persona che abbia le vie aeree ostruite in maniera totale, permettendo così di generare un brusco aumento di pressione intratoracica e far fuoriuscire l’oggetto o l’alimento che ha causato la temporanea chiusura delle vie aeree.
Questa manovra ha salvato tante vite nel mondo ed è oramai conosciutissima ed inserita nei corsi di rianimazione“.

Durante il corso c’è stata poi la parte dedicata alla rianimazione e al modo in cui effettuare il massaggio cardiaco. Cose interessantissime da saper effettuare. A volte è questione di tecnica. Bisogna avere la lucidità e la tempestività di saper fare poche cose ma nella maniera giusta. Si deve mettere da parte il panico ed agire.  I massaggi cardiaci hanno tempi scanditi da compressioni, pause e ripetizioni. Entro pochi secondi bisogna riconoscere se non c’è respirazione, posizionare la persona priva di coscienza con mento e vie aeree nella giusta posizione. Effettuare le compressioni secondo la frequenza prevista e poi ventilare, con la respirazione bocca a bocca, ripetendo poi il massaggio fino all’arrivo dei soccorsi.

I soccorsi, devono essere chiamati immediatamente. Qualora si verificasse una situazione di emergenza e non ci si trovasse da soli, una persona deve occuparsi della persona riversa a terra e l’altra chiamare aiuto con il 118. la posizione del corpo è fondamentale, per permettere l’arrivo dell’aria nei polmoni e recuperare il battito effettuando i massaggi nella giusta posizione del torace. Va controllata la bocca, se ci fossero corpi che possano  ostruire il passaggio dell’aria e iniziare. Come dice il dott. Squicciarini, meglio una costola rotta e aver la vita salva, la teoria del minor danno, per cui agire con energia utilizzando il peso del proprio corpo sulle braccia.

marco6

Scrivere e riportare tali operazioni  non può che avere lo scopo di incuriosire  e aumentare l’interesse verso tali procedure. Personale preparato ogni giorno addestrano e spiegano le tecniche più opportune da seguire nelle diverse situazioni.

marco9

Il tesserino a cui ambivo, e un primo approccio all’apprendimento, l’ho ottenuto quel giorno  e malgrado sia ormai scaduto – l’aggiornamento è consigliabile ogni due anni – lo custodisco con grande attenzione. E’ stata un’esperienza molto interessante. Una volta ho dovuto anche mettere in pratica, fortunatamente con molta facilità sono riuscito nell’intento .

Vi lascio un riferimento, un sito molto interessante da visionare, ben fatto e con tante notizie interessanti: http://www.manovredisostruzionepediatriche.com e anche, per chi fosse interessato ad approfondire la conoscenza sui corsi di disostruzione e rianimanzione, anche con l’uso del Defibrillatore parlante: http://www.twolife.eu/

Concludo, dicendo che c’è un APP per gli smartphone molto ben fatta, sia per Android che IOS che racchiude tutto ciò che di buono può riguardare le manovre di disostruzione o antidìsoffocamento, sopratutto rivolta ai nostri bambini: App Salva Bimbi. Tante notizie  e  spunti anche sul cellulare:

Se hai un bambino piccolo a casa, fai scaricare ai nonni, alla baby sitter la PRIMA e UNICA APP GRATUITA che protegge in maniera straordinaria il valore della vita di un bambino: il TUO.
L’unica in grado di fare contemporaneamente 4 azioni fondamentali in caso di bisogno:

1. E’ IN GRADO DI CHIAMARE IL SOCCORSO SANITARIO IN OGNI PAESE DEL MONDO

2. GEOLOCALIZZA L’OSPEDALE PIU’ VICINO A VOI

3. MOSTRA LE MANOVRE IN TEMPO REALE CON IMMAGINI E VOCE GUIDA

4. VI AGGIORNA CONTINUAMENTE CON ARTICOLI E NEWS

Chi salva un Bambino…Salva il Mondo Intero!

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=zCqi2-CqR9k[/embedyt]

su google playhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.elis.mdp.salvabimbi

 

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: