Odiose verruche: come prevenirle e come eliminarle in modo naturale #trucchidellanonna

Premesso che esistono svariati sistemi medici reperibili facilmente in farmacia, dal ghiaccio spray ai cerottini… vediamo oggi come eliminare e prevenire la comparsa delle fastidiose verruche in modo naturale sfruttando i consigli delle nonne. Questo periodo dell’anno è più facile venirne infestati, frequentando maggiormente luoghi di diffusione come piscine, docce e tutti gli ambienti caldo umidi e affollati. Ma cominciamo dal principio: le verruche sono infezioni virali che colpiscono la pelle. Non molti sanno che il colpevole è proprio il Papilloma Virus. Riconoscerle è abbastanza facile anche se ne esistono differenti forme anche in base a dove compaiono. Generalmente si possono raggruppare in sei distinte specie:

  • Verruche comuni. In genere compaiono sulle mani, sulle ginocchia e sui gomiti. Si tratta di una piccola escrescenza dura e tonda con colore che tende al grigio marroncino. La superficie è ruvida e al suo interno ci sono dei puntini neri.
  • Verruche piane. Sono piccolissime, grandi come la testa di uno spillo. Sono lisce e piatte. Il colore va dal rosa al marroncino e giallastro. Generalmente compaiono sul viso, sulle braccia, ginocchia e mani ma a forma di grappoli.
  • Verruche plantari. Queste sono le verruche che maggiormente compaiono in questa stagione e anche a chi frequenta luoghi umidi come piscine, saune e via dicendo. Questo tipo di verruca può essere fastidiosa dando la sensazione di avere una piccola pietruzza dentro la pelle. Colpiscono i piedi nella pianta e a volte anche le caviglie. Possono diventare anche piuttosto grandi. Poiché su di loro grava il peso del corpo crescono all’interno della pelle e non all’esterno come le altre. .
  • Verruche a mosaico. Queste sono piccole e bianche hanno le sembianze di croscticine vicine tra loro. Spesso compaiono sotto le dita dei piedi e anche su tutta la pianta plantare. A differenza di quelle precedenti non sono dolorose.
  • Verruche filiformi. Di forma allungata hanno lo stesso colore della pelle e si formano vicino alla bocca, agli occhi e al naso.
  • Nel caso di trasmissione sessuale compaiono nella zona genitale, come anche sulle dita, sulle mani e sui piedi.

Se non volete utilizzare medicinali op se volete comunque prima provare a trattare le verruche con sistemi naturali, basterà andare ad agire sulla carica batterica. Si consiglia comunque di trattare in questo modo solo le verruche su mani e piedi, lasciando soluzioni mediche per le altre tipologie.

Il primo rimedio che vi presentiamo è quello a base di aglio. Chi si cura con sistemi naturali saprà benissimo che l’aglio è un antinfiammatorio e antivirale molto utilizzato per diverse problematiche. L’aglio viene utilizzato anche per curare la micosi delle unghie e il suo estratto va applicato sulla verruca due volte al giorno fino alla completa scomparsa che avverrà entro 40 giorni. Si può usare anche lo spicchio inciso o tritato.

Altro soluzione molto simile è quella a base di cipolla con proprietà similari all’aglio e con funzione antibatterica e antisettica. Anche qui applicarla fresca due volte al giorno fino alla scomparsa.

Oltre a questi due rimedi indolore, potete applicare il limone anche se questo potrebbe risultare fastidioso per via di un bruciore momentaneo. Spremere un linone e usare il succo direttamente sulla verruca, da bendare successivamente per mantenere il succo su di essa per circa mezz’ora. In questo caso il fastidio dovrebbe scomparire nel giro di 20 giorni.

Stessa cosa vale per l’aceto di mele da applicare la sera con poco cotone o cotton fioc. La mattina basterà risciacquare la parte.

Con l’aloe vera si andrà ad agire direttamente sulla verruca, grazie alle sue proprietà antibatteriche e antivirali.

Ottimo anche l’utilizzo del tea tree oil, lasciando cadere 2-3 gocce di olio essenziale di melaleuca sulla parte interessata dal problema e ripetendo il procedimento per 3 volte al giorno fino a scomparsa. Come ben sappiamo il Tea Tree oil ha funzioni antibatteriche, antivirali, antifungine e azione contro i lieviti.

Cosa meno saputa è l’utilizzo della buccia della banana da applicare con il lato interno sulla pelle. Questa soluzione è più lunga dovendo lasciare la buccia a contatto per diverse ore.

Visti i lunghi tempi per il loro trattamento, la prevenzione è sicuramente la strada migliore da fare. Come si consiglia sempre meglio evitare di camminare scalzi sulle superficie condivise con altre persone e indossare sempre ciabatte o comunque calzature facili da disinfettare. usare sempre asciugamani propri, da non condividere e da non mettere vicino a quelli degli altri.

Altra cosa importante è quella di tenere sempre alte le difese immunitarie consumando le giuste dosi di frutta e verdura.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: