Muore di #morbillo a 16 mesi: vaccinata aveva contratto prima la malattia

Oggi è arrivata la conferma dall’Istituto Superiore di Sanità che ha comunicato al Bambino Gesù i risultati dei test richiesti: l’esito  è stato positivo per la diagnosi di infezione da virus del morbillo nella piccola bambina di 16 mesi deceduta lo scorso 28 giugno presso l’Ospedale Pediatrico. Riscontrato quindi il virus selvaggio del morbillo, contratto da soggetti affetti dal morbillo.

La piccola era già stata ricoverata presso l’ospedale a 3 mesi per meningite. Il 10 giugno poi è stata nuovamente ricoverata a seguito di una febbre persistente e successiva coagulopatia, tanto da essere poi trasferita in Rianimazione. Le condizioni cliniche sono migliorate, ma il 28 giugno nella sera ha avuto un arresto cardio-respiratorio irreversibile nel sonno.

Sono in corso analisi anatomo-patologiche finalizzate a verificare il nesso causale tra la malattia e l’evento fatale“, spiega l’ospedale Bambino Gesù. Il professor Alberto Villani, responsabile di Pediatria Generale e Malattie Infettive e presidente della Società Italiana di Pediatria, ribadisce: “È importante sottolineare sempre che un’adeguata copertura vaccinale riduce o elimina il rischio di essere contagiati dal virus del morbillo“.

La bambina pochissimi giorni prima del ricovero di giugno era stata vaccinata contro il morbillo. Subito i medici hanno controllato se avesse gli anticorpi contro la malattia ma visti i tempi troppo stretti era praticamente impossibile trovarli. I test effettuati hanno confermato che la bambina aveva contratto il morbillo prima di essere vaccinata. Il ceppo del virus è il B3. Il vaccino non ha fatto effetto proprio perché era già stata affetta dalla malattia.

Commenti

commenti