La pillola stagionale: pro e contro dell’anticoncezionale quasi anti-ciclo mestruale

Chissà quante donne hanno sognato di non avere il ciclo così tante volte l’anno. Molte soffrono nel periodo del pre-ciclo, molte altre ancora stanno male durante i giorni mestruali. L’idea di avere il ciclo solo quattro volte l’anno potrebbe essere un sogno, un’utopia che lascerebbe ogni donna più rilassata con il proprio corpo. A quanto pare esiste la soluzione, soprattutto per chi già utilizza la pillola anticoncezionale come sistema abituale, assumendo così la pillola per 21 giorni e vedendo un ciclo ridotto nella finestra che si apre tra un blister e quello successivo. Ma se anche così mal di testa, cicli abbondanti e vari effetti collaterali perdurano ogni mese, si può pensare all’assunzione della pillola delle 4 stagioni, di nuova generazione. In vendita esistono molte pillole che tendono a dare amenorrea o leggero spotting, grazie alla combinazione di estroprogestinici che si assumono in modo continuativo. La pillola a cui siamo abituati nei sette giorni di interruzione porta al ciclo, mentre ora le nuove pillole aprono una piccola finestra di 2-4 giorni per cui il ciclo non fa in tempo a tornare perché ricomincia la nuova dose ormonale. La pillola delle 4 stagioni invece si assume continuativamente per tre mesi, portando ad avere solo 4 mestruazioni in un anno. Un must già da tempo in America, arrivata da poco anche sul nostro territorio. Si tratta di una pillola contraccettiva in “continuo” composta per i primi 84 giorni da una combinazione di un progestinico (levonorgestrel) e di un estrogeno (etinilestradiolo). Alla fine troviamo 7 pillole di colore diverso che contengono solo etinilestradiolo. In questo modo si avranno solo 4 cicli programmati in un anno.
I vantaggi sono ovvi: per il 75% delle donne che ogni mese ha cambiamenti di vario genere sia fisici che psicologici e con intensità differente è sicuramente una svolta. avverte cambiamenti premestruali di varia intensità. Una soluzione consigliata soprattutto per chi soffre di endometriosi o cicli dolorosi e abbondanti. Senza contare la comodità nella vita quotidiana potendo non avere limitazioni con lo sport e con le vacanze.
Il rischio principale è però proprio quello della gravidanza, se non venisse assunta nel modo corretto. In caso di non assunzione ma anche di vomito e diarrea bisogna infatti ricorrete a sistemi contraccettivi tamponi. Il fatto di assumere la pillola per tre mesi non offre neanche la finestra mensile di controllo che non ci sia una gravidanza in corso, tanto che molte donne che la assumono effettuano un test di gravidanza di controllo ogni mese, provocando così stress nella donna. Da non pensare poi che il mestruo sia qualcosa di negativo e anzi, funziona per il nostro corpo come una vera e propria sauna, pronta a depurarci ogni mese e a renderci sempre giovani e idratate.
Tornando ai pro però non va sottovalutato il minor acquisto e uso di medicinali contro i dolori da ciclo e di assorbenti.
Il consiglio che possiamo darvi è quello di parlarne con il vostro ginecologo e ricordate i controlli da effettuare annualmente. La prevenzione sempre e prima di tutto!

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: