La dieta che fa morire il tumore di fame: sì alla dieta #ipoglicemica

Uno studio tutto italiano ha trovato la modalità per far morire il cancro di fame. La ricerca è stata condotta su cellule umane in vitro e ha mostrato come una dieta ipoglicemica insieme all’assunzione di metformina possa uccidere nel vero senso della parola le cellule tumorali attraverso un meccanismo cellulare. “Presto inizierà la sperimentazione clinica sui pazienti”, ha così annunciato il coordinatore della ricerca Saverio Minucci.

Si tratta di uno studio sostenuto da Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro, ed è stato condotto in collaborazione con il gruppo di Marco Foiani, direttore Scientifico dell’IFOM e Ordinario di Biologia Molecolare dell’Università degli Studi di Milano.

Si è sempre parlato della connessione tra dieta e cancro, vedendo come alcuni alimenti possano o meno favorirne la crescita e la comparsa. In questo caso i ricercatori hanno addirittura  scoperto che una dieta alimentare che faccia abbassare la glicemia, insieme all’assunzione della metformina, riesca ad innescare una reazione a catena che porta alla morte delle cellule tumorali: “Attraverso l’associazione di questo regime dietetico con il farmaco metformina – spiega Minucci – si attiva un circuito molecolare nuovo, che porta all’eliminazione di una proteina fondamentale per la sopravvivenza di molti tipi di tumore, la MCL1. Sui topi si è visto che tale approccio si è dimostrato efficace contro vari tumori solidi come il melanoma ed il tumore della mammella triplo negativo”.

Precisa che sui topi “si è osservato che la crescita del tumore si blocca, perché le cellule cancerose muoiono, e in alcuni casi si è arrivati alla scomparsa del tumore”. Prima di cantare vittoria su questo terribile male, bisogna andarci comunque con cautela anche se i risultati sono veramente promettenti. “A breve – annuncia – partirà lo studio clinico su un centinaio di pazienti. Nella sperimentazione clinica dovrà essere confermata la tollerabilità della combinazione e inoltre in via preliminare si dovrà valutare l’efficacia della combinazione di una dieta ipoglicemica e metformina per fermare la progressione del tumore in aggiunta a terapie già in uso come la chemioterapia”.

Prosegue Minucci, “La cellula usa due processi per generare energia: la glicolisi, che si basa sulla disponibilità di glucosio, e la fosforilazione ossidativa, che può essere inibita con la metformina. Noi abbiamo pensato di attaccare il metabolismo mirando al fenomeno della ‘plasticità metabolica’, vale a dire la strategia con cui la cellula cancerosa si adatta, passando dalla glicolisi alla fosforilazione ossidativa e viceversa, in condizioni di mancanza di nutrimento. Nel nostro studio, riducendo il tasso glicemico con la dieta e somministrando metformina, abbiamo inibito la plasticità metabolica e abbiamo fatto morire le cellule tumorali”.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: