Influenza da record: 431 i casi gravi e molti i casi di decesso

Secondo il rapporto Influnet redatto dall’Istituto superiore di Sanità sono stati individuati 431 casi gravi dall’inizio del controllo dell’epidemia da ottobre 2018, di cui 7 donne in gravidanza e 78 casi che hanno portato alla morte per le complicanze dovute alla malattia. Moltissimi quindi i decessi ma bisogna specificare che non sono dovuti direttamente al virus influenzale quanto invece a complicanze derivanti da patologie pregresse, aggravate dall’influenza come patologie cardiovascolari, respiratorie a carattere cronico, patologie tumorali, diabete, obesità. Inoltre uno dei maggiori rischi dovuti all’influenza è l’insorgere della polmonite.

Per quanto riguarda la settimana che va dal 4 asl 10 febbraio sempre secondo Influnet, risulta che le persone colpite dal virus sono state 771mila per un totale da inizio epidemia di 5.276.000 malati. Un numero che tende a stabilizzarsi dato che si registra una diminuzione di nuovi casi dopo il picco influenzale. Ora siamo a circa 14 casi ogni 1000 persone. Ancora tra i più colpiti i bambini con meno di 5 anni. Le regioni più colpite sono la Lombardia, l’Umbria, le Marche e l’Abruzzo.

 

Share

Commenti

commenti