In arrivo il regolamento europeo per i #tatuaggi #tattoo

In estate ci si accorge di più del dilagare della moda dei tatuaggi, sempre più amati da gente di ogni età. Ma a quanto pare è alle porte un nuovo Regolamento Europeo che farà sparire dal mercato circa 400 principi chimici per la colorazione utilizzata nei tattoo.

Il mondo dei tatuaggi sta per essere stravolto da un regolamento Europeo che si prefigge di far sparire almeno 400 dei colori attualmente in uso presso i vari tatuatori. Proprio l’uso sempre maggiore di tatuaggi, vuoi per fissare sulla pelle un ricordo, un nome o un fatto importante della propria vita, vuoi anche solo come abbellimento per il proprio corpo, si cerca ora di dare una regola soprattutto per quanto riguarda i colori utilizzati così da non recare danno al corpo. Si parla ultimamente infatti di un potere cancerogeno della colorazione dei tatuaggi quando entra a contatto con il sole. Secondo alcuni studi, determinati elementi chimici premesti nei colori usati dai tatuato, a contatto con il calore del sole si scinderebbero provocando effetti dannosi alla salute.

Da Bruxelles entro la fine del 2018 dovrebbe così arrivare una normativa specifica che possa garantire sicurezza a chi decide di farsi un tatuaggio, sapendo così di avere sulla propria pelle solo colori sotto controllo e non come ora, dove c’è massima libertà di utilizzo dei coloranti. L‘Echa, l’agenzia europea che si occupa delle sostanze chimiche, ha pubblicato lo scorso anno uno studio da cui è emerso che nel lungo elenco dei coloranti usati, moltissimi sono già stati vietati da anni.

Con il nuovo regolamento si vieteranno quindi circa 400 coloranti che vengono attualmente utilizzati ma non solo. Si andrà anche a regolamentare le norme igieniche da utilizzare per l’igiene dei centri dove si fanno i tatuaggi, andando anche a sensibilizzare chi vuole avvicinarsi al mondo dei tattoo sugli effetti che i tatuaggi possono avere sulla pelle.

Fino allestita di questa nuova norma specifica facciamo però sempre attenzione ad affidarsi a centri specializzati e certificati, dove si utilizzino inchiostri con etichetta indicante gli ingredienti contenuti, monouso.

 

Share

Commenti

commenti