Enterogermina ritirata a scopo precauzionale in tutta Italia

Tutti noi conosciamo l’Enterogermina, e ne facciamo ricorso ogni qualvolta si presentino le poco simpatiche manifestazioni che denotano un qualche tipologia di alterazione a livello intestinale.E’ un medicinale da banco, che non necessità di prescrizione medica per essere acquistata. Si può trovare nelle farmacie, nelle parafarmacie ma anche nei supermercati che prevedono l’area medicinali. L’Enterogermina è sono “fermenti lattici”, i cosidetti “probiotici” che combattono le alterazioni della flora batterica.

La Sanofi,  la società francese produttrice dell’Enterogermina, ha ritirato già da fine maggio, da tutte le farmacie italiane, il farmaco a scopo precauzionale. Si tratta di ben  5 lotti di Enterogermina, per un totale di 2 miliardi di “capsule rigide” (e non i flaconcini) presso i grossisti e le farmacie in Italia, per un potenziale problema di sicurezza in caso di assunzione prolungata del prodotto oltre la durata indicata nel foglietto illustrativo”.

ENTEROGERMINA Caspule 2 Miliardi” si usa per la cura e profilassi del dismicrobismo intestinale e conseguenti disvitaminosi endogene.

Composizione:

Principio attivo: Spore di Bacillus clausii poliantibiotico resistente 2 miliardi
Eccipienti: Caolino pesante, Cellulosa microcristallina, Magnesio stearato, Gelatina, Titanio diossido (E171), Acqua depurata.

Indicazioni: Cura e profilassi del dismicrobismo intestinale e conseguenti disvitaminosi endogene. Terapia coadiuvante il ripristino della flora microbica intestinale, alterata nel corso di trattamenti antibiotici o chemioterapici. Turbe acute e croniche gastro-enteriche dei lattanti, imputabili ad intossicazioni o a dismicrobismi intestinali e a disvitaminosi.

I fermenti Lattici, sono probiotici che vengono comunemente consumati insieme agli alimenti fermentati che li contengono.

Ciò permette  di avere effetti preventivi nei confronti di una grande varietà di condizioni patologiche, tra cui le malattie intestinali, le infezioni delle vie urinarie, le cardiovasculopatie, i tumori maligni, le patologie della gravidanza, ma sono anche utili  quale ausilio per il controllo e la riduzione dell’alitosi umana.

Il ritiro del farmaco è stato deciso a scopo precauzionale per evitare un potenziale rischio che l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha individuato in caso di un uso prolungato superiore a quello suggerito che viene sempre riportato sul foglio illustrativo.

I lotti interessati.

I lotti interessati riguardano l’Enterogermina da 12 cps 2 mld – AIC 013046053, sono i seguenti:

3029 con scadenza 08/2018
2022 con scadenza 05/2019
2034 con scadenza 10/2019
2034A con scadenza 10/2019
3058 con scadenza 08/2020.

La società produttrice del farmaco ha confermato che per il momento non sono stati individuati degli effetti collaterali ma quando si assume un farmaco, bisogna attenersi alle indicazioni riportate sul foglietto illustrativo.

La flora batterica è soggetta a delle alterazioni durante i cambi di stagione, dopo l’assunzione di antibiotici o può essere una conseguenza dovuta ad uno stress prolungato. Per avere ulteriori informazioni è stato messo a disposizione il servizio clienti il numero verde: 800 10 33 30.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: