Dimagrire? Una dieta povera di grassi non è la soluzione

dieta

Ci siamo quasi, l’Estate con il terrificante approccio costume è alle porte e insieme a lui anche la smaniosa voglia di dimagrire e tornare miracolosamente in forma in poco tempo, dopo una fredda stagione passata senza far tanto caso a quello che ci siamo mangiati. Così di sicuro escono fuori le diete togli qua e lima là, ma attenzione. Per una volta a portare la gente sulla buona strada alimentare non siamo noi italiani con la famosa dieta mediterranea, ma la voce fuori dal coro arriva dall’Inghilterra. L’obesità in questo paese è molto sentito e proprio per questo si cerca di dare dettami importanti per non rischiare di aumentare peso o di fare diete sbagliate per perderlo.

Secondo la National obesity forum e Public Health Collaboration, il problema di molte diete è quello di demonizzare i grassi come fosse il principale colpevole dell’aumento del peso. Secondo loro invece non è tanto quello che si mangia ma quando, trovando il punto nevralgico dell’obesità negli spuntini fuori pasto, abitudine che fa notoriamente ingrassare. Così i grassi non devono essere eliminati dalle tabelle nutrizionali, cercando però ovviamente di non abusarne. Al contrario andrebbero proprio evitati i cibi light con pochi grassi e a basso contenuto di colesterolo, mentre le persone con diabete di tipo 2 dovrebbero diminuire i carboidrati.

Mangiare formaggi, yogurt e bere latte riduce il rischio di diventare obesi – continua il report – Demonizzare in continuazione i grassi significa allontanare la popolazione da cibi naturali e molto nutrienti”.

Dati alla mano, potrete andare più preparati dal vostro dietologo perché, come sempre, meglio farsi seguire piuttosto che affidarsi alle diete fai da te!

Share

Commenti

commenti