Dieta: meno carne ma di qualità per i reducetariani

CarneNegli ultimi anni dibattiti alimentari e filoni di pensiero hanno creato nuove linee guida sulla giusta dieta da seguire per la corretta alimentazione e anche per il rispetto del valore etico.

La tendenza del momento, nata e iniziata nel Regno Unito, si discosta da vegetariani, vegani o fruttariani: la carne torna nell’alimentazione ma con moderazione. Si chiamano reducetariani, proprio perché riducono la quantità di carne, scegliendola di qualità quando arriva sui propri tavoli.

Per iniziare basta mangiare meno carne per un mese, così da ridurre anche le emissioni di gas serra per le quali il consumo di carne incide ben del 20% sul totale.

Passati i primi trenta giorni, la speranza è quella di proseguire con questa dieta e questi consumi, vedendo la diminuzione della carne in modo meno drastico di quanto avviene nelle diete in cui si abolisce completamente l’apporto animale.

Se volete provare, cominciate a scegliere un giorno a settimana in cui non inserirla completamente e di evitare di mangiare carne a cena se già è stata consumata a pranzo, riducendo comunque le porzioni e di scegliere carne proveniente da animali nutriti a pascolo e non da allevamento di bestiame per il commercio.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: