Diabete: 4 milioni i malati in Italia. 1 milione ne è affetto ma non lo sa

giornata-mondiale-del-diabete

Abbiamo parlato molte volte dei problemi di peso e dell’obesità, soprattutto quando coinvolgono bambini e adolescenti, e si è più volte sottolineato quanto l’aumento di peso possa contribuire in maniera significativa e drammatica all’insorgere di determinate patologie che possono riguardare problemi cardiovascolari ma anche problemi che non possono essere sottovalutati come il diabete, una malattia di cui spesso di parla ma che in molti non conoscono in maniera adeguata.

Proprio per offrire una informazione adeguata, è ormai da molti anni che ogni anno viene organizzata la Giornata Mondiale del Diabete, che si pone l’obiettivo di sensibilizzare le persone sul diabete fornendo informazioni preziose sulla diffusione della malattia e sulle possibili forme di prevenzione. Si tratta di un problema che negli ultimi decenni è cresciuto in maniera preoccupante a livello globale e che entro i prossimi anni continuerà a colpire un numero sempre crescente di persone.

Se guardiamo alla diffusione del diabete a livello globale i numeri sono allarmanti e confermano un totale di 415 milioni di persone affette da questa patologia, un numero quasi raddoppiato dal 1980 che non sembra volersi fermare, considerando che secondo le stime per il futuro i malati saranno 640 milioni entro il 2040. Guardando solo ai dati relativi all’Italia, sono 4 milioni i malati di diabete in Italia, ma il dato veramente preoccupante condiviso dagli esperti è che almeno 1 milione di italiani è affetto dalla patologia ma ancora non lo sa. Entro il 2030 saranno almeno 5 milioni gli italiani che dovranno convivere con la malattia.

Se il diabete di tipo 1, che necessità della somministrazione di insulina, compare soprattutto in giovane età, il diabete di tipo 2 è la forma più diffusa, si presenta soprattutto in età adulta e può anche non essere diagnosticato correttamente, condannando così le persone che ne sono affette ma non lo sanno a convivere con questa patologia con possibili aggravamenti con il passare del tempo. Se un’alimentazione sana e bilanciata può contribuire a prevenire l’insorgere del diabete, è importante sottolineare come non sia l’unico modo per contrastare il problema.

Dedicare del tempo all’attività fisica ma anche evitare vizi come le sigarette e il consumo costante di alcool possono essere considerate forme di prevenzioni molto importanti. E’ qui che entra in gioco l’informazione da parte dei medici che durante la Giornata Mondiale del Diabete organizzano importanti iniziative tra cui screening gratuiti e consigli sul corretto stile di vita da seguire per prevenire la malattia o imparare a conviverci evitando conseguenze potenzialmente gravi.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: